I soliti ben informati affermano che l’ondata di caldo denominata “Ciclope” che sta colpendo la città bianca sia opera di un candidato sindaco che vuole far calare l’affluenza al voto. Alcuni raccontano di intere fiale di lassativi preparati ad hoc per impedire ai supporter del sindaco rivale di recarsi al voto. E mentre noi, festivi pellegrini del nulla ci accingiamo a godere del primo bagno, Ostuni cercherà il suo nuovo volto.

La campagna elettorale ha visto, per la verità, da ambo le parti un volare non altissimo e mentre la temperatura torrida offusca le menti e rende ciechi, è stato predisposto un servizio-bus di sola andata per il mare con ritorno dopo le 23.

Intanto, mentre un candidato si tuffa per salvare un bambino caduto accidentalmente in piscina, dall’altra parte i consiglieri si dicono prontissimi ad emularlo tuffandosi anche loro, in caso di sconfitta, anche perché si sa, Ciclope e le sue temperature fa venire voglia di tuffi e chissà se in tema di tuffi qualche consigliere, come da tradizione, non farà il tuffo sull’altra sponda…

Insomma, l’estate è arrivata e il futuro è alle porte e per fortuna il futuro, come diceva Abraham Lincoln, arriva solo un giorno alla volta….

Angela Anglani

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...