Riceviamo e Pubblichiamo la nota stampa inviata dal segretario del movimento Scelta Sociale Claudio Santoro sull’occupazione del suolo pubblico per gli esercizi commerciali di Ostuni.

Abbiamo seguito la vicenda dei Dehors dal primo istante, ed il sottoscritto ha accolto il primo grido di aiuto da parte dei commercianti, da quanto in piazza della libertà, centro storico, e le arterie limitrofe alle stesse, erano totalmente confusi dove inoltrare le domande, in quanto non c’era una collocazione ben specifica, ma soprattutto si rischiava che i dehors (occupazione di spazi pubblici), venivano disertati in questa stagione estiva.

Abbiamo seguito tutti gli step, e continuiamo a farlo, dove vogliamo ringraziare il commissario prefettizio la Dottoressa Padovano, il tecnico incaricato l’architetto Ilaria Pecoraro, e gli organi della sopraintendenza, dove da subito dopo le nostre istanze e quelle dei commercianti, si sono messi subito a lavoro, essendosi incontrati per mettere fine a questa situazione, dove hanno compreso il reale danno che la città poteva riceverne, in termini economici, ed in termini d’immagine.

Vogliamo rammentare che l’occupazione dei dehors, non consiste solo nell’economia del commerciante che ne riceve il suolo pubblico, ma dietro alla concessioni degli spazi pubblici, gira l’economia dell’intera città, in quanto si incrementa il personale (dove ad oggi data la situazione di stallo degli spazi pubblici, i titolari delle attività avevano messo in stand by prima che venisse confermata la concessione), l’economia dei fornitori (coloro che forniscono le stesse attività di derrate alimentari e beverage, dove naturalmente se non ci sono gli spazi esterni, possono arrivare a mancate forniture sino al 40%), oltre al danno economico di mancato flusso turistico, in quanto sappiamo benissimo che con le belle giornate, la gente vuol sorseggiare un drink, gelato, o caffe fuori, o mangiare la propria pietanza all’esterno, questo avrebbe comportato a far perdere appeal alla città bianca.

Abbiamo sentito le parti interessate, dove ci confermano che i documenti relativi al piano dei dehors sono “finalmente” in fase pre istruttoria, e quindi sono stati svolti tutti gli atti che procedono l’istruttoria definitiva.

Sono estremamente felice che in questa fase di sofferenza, i commercianti abbiano creato sistema intorno a questa problematica, e spero che abbiano compreso che l’unione fa la forza, Ostuni per crescere e ritornare a diventare la perla del Sud Italia, ha bisogno necessariamente di un sistema turistico forte e unito, dove insieme bisogna assumere le decisioni della città, ci proponiamo nel prossimo futuro a vivere la prossima fase amministrativa insieme a tutta la parte commercio, e a tutto il settore turistico, non solo nei momenti di difficoltà, ma sopratutto nelle fasi dove bisognerà prendere decisioni importanti, perché Ostuni non dovrà essere capitanata solo dagli amministratori, ma anche da tutte le parti interessate, torniamo a ribadire “L’unione fa la forza”.
In riferimento ai dehors, continueremo a valutare l’evolversi fino a quando il piano non sarà attuato definitivamente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...