Scuola San Giovanni Bosco dal gruppo di Rigenerazione: “La Città sempre più in stato di abbandono“. Ecco la nota di Nicola Santoro e Giuseppe Tagliente.

Nei giorni scorsi l’assessore Francesco Palmisano ha trionfalmente lodato l’attività dell’Amministrazione nel settore del lavori pubblici, vantandosi, in particolare, dell’attenzione quotidianamente rivolta  verso la cura degli istituti scolastici comunali.

Evidentemente allo stesso sfuggono le condizioni di degrado e di totale abbandono in cui, ormai da anni, versano l’istituto Vitale, il plesso della scuola materna ed ex ludoteca in via Aldo Moro, la scuola media San Giovanni Bosco. E’ di ieri la notizia dei gravissimi atti vandalici, perpetrati in quest’ultima struttura, che hanno causato e prodotto ingenti danni.

Condotte dolose che, da quanto si apprende, sarebbero state poste in essere ripetutamente da tempo e che, nonostante fossero state anche segnalate, hanno incontrato il silenzio di chi governa,  che pure asserisce di essere assai sensibile alla tutela e manutenzione degli immobili scolastici. Altro che efficienza e tempestività negli interventi dell’Amministrazione!

Per la Scuola media San Giovanni Bosco era stato ottenuto un finanziamento di euro 950 mila che in questi cinque anni chi amministra non ha inteso utilizzare neppure per un minimo di vigilanza e per provvedere alla chiusura di porte d’ingresso forzate e scardinate dai vandali.

Le scene di degrado sono, purtroppo, le stesse che altri immobili comunali dismessi presentano (tra i tanti ricordiamo il bar del boschetto della zona 167), ma, invero, sono anche quelle delle strade comunali e di campagna, delle aree a verde, della villa comunale.

La Città è in stato di abbandono, senza controllo, senza vigilanza, senza alcuna manutenzione. L’indignazione degli Ostunesi è grande, non si possono sperperare soldi pubblici, che poi sonole tasse che i cittadini con sacrificio pagano, per una miriade di manifestazioni di alcun valore e interesse, utili solo a ingrossare le tasche dei soliti organizzatori, e trascurare, invece, il patrimonio pubblico.

Scelte scellerate di amministratori, nella migliore delle ipotesi, incapaci. Condivisibile è lo sdegno manifestato dai familiari del prof. Francesco Bagnulo, insigne, grande e famoso scultore che tanto lustro ha dato alla Città, nel vedere due meravigliose opere, di cui l’artista aveva in passato fatto dono alle istituzioni scolastiche, ridotte in quelle condizioni.

Ostuni ha bisogno di rigenerazione!

I consiglieri Comunali di RiGenerAzione: Giuseppe Tagliente e Nicola Santoro

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...