Home Blog Pagina 832

Amministrative 2014, Franco Colizzi: ‘Sono disponibile per la candidatura a sindaco’

Franco-ColizziIl presidente di Ostuni Città Nuova, Franco Colizzi, dopo gli avvenimenti che hanno caratterizzato la pagina politica dell’ultimo periodo ad Ostuni in vista delle elezioni amministrative, ha deciso di scendere in campo come candidato sindaco, qualora non dovesse rientrare in campo il manager, Francesco Saponaro.

Nonostante l’annunciato divorzio di Tanzarella nei confronti del Partito Democratico, dobbiamo costatare che l’atteggiamento del PD non è più coerente e coraggioso come noi avevamo visto nelle settimane precedenti” – ha detto Colizzi – “Vediamo un Partito Democratico indeciso che non riesce a dare l’avvio alla campagna elettorale, nè a formalizzare la candidatura di Francesco Saponaro.

In questi giorni Saponaro è in silenzio e si attende da un momento all’altro che lui dichiari cosa intende fare, è chiaro ed evidente che Saponaro senza una dichiarazione formale del Partito Democratico non potrà essere il candidato di nessuna alleanza. Adesso il movimento Città Nuova dichiara che riprende il suo cammino intrapreso prima della scelta di Francesco Saponaro e personalmente io do la mia disponibilità a fare il candidato sindaco, sia della lista Ostuni Città Nuova, che di una coalizione che possa prendere subito questa giovanissima eredità lanciata da Francesco Saponaro.

Personalmente sono disponibile a formalizzare la mia candidatura, anche nelle prossime ore, se Francesco Saponaro non ritornerà in campo”.

Eco Mostro Villanova Ostuni: Approvato il progetto esecutivo per l’abbattimento

La giunta comunale, nell’ambito dell’opera di prevenzione e repressione dell’abusivismo edilizio, ha approvato con deliberazione n. 26 del 30 gennaio scorso, il progetto esecutivo per l’abbattimento di un grande edificio abusivo a tre piani fuori terra, ormai fatiscente, realizzato dai sigg. Marzio-Candida sulla scogliera a ridosso del mare in località Villanova – Camerini di Ostuni in zona sottoposta vincolo paesaggistico.

L’immobile è di enorme impatto paesaggistico e la sua demolizione rappresenta oltre che un obbligo di legge una netta affermazione del valore del territorio rispetto alle pratiche abusive ed alla resistenza dei privati all’ottemperanza ai provvedimenti sanzionatori in materia di abusivismo edilizio.

Al termine di un contenzioso durato oltre un quindicennio sono rimasti più volte confermati sia dal TAR Lecce che dal Consiglio di Stato i provvedimenti del Comune con i quali è stata disposta l’acquisizione del bene al patrimonio comunale e la demolizione dello stesso.

Il progetto di demolizione del suddetto immobile dell’importo complessivo di €.160,000,00 ha ricevuto il finanziamento di €. 80.000,00 dalla Regione Puglia.

Sta per giungere a termine” spiega il sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella “un lungo, faticoso e difficile percorso, tra l’altro sostenuto anche da Legambiente e altre associazioni, finalizzato a liberare la città di Ostuni da una sorta di “ecomostro” presente nel nostro territorio da una trentina d’anni.

Il Comune, dopo aver chiesto e ottenuto un finanziamento che copre circa il 50% dell’intervento, avendo reperito altre somme, ha approvato un progetto esecutivo di 160 mila euro per procedere alla demolizione dell’ecomostro di Villanova e alla acquisizione dell’area su cui insiste questo fabbricato abusivo. Nei prossimi giorni provvederemo all’affidamento di questi lavori di demolizione, ad una delle ditte alle quali abbiamo chiesto indicazioni e dati alla Procura della Repubblica e quindi andremo avanti concludendo questa strada dopo un lungo iter giudiziario-amministrativo e penale.

Questo è un segnale particolarmente importante che l’Amministrazione, in ossequio ai principi che hanno sempre caratterizzato la sua attività, ha voluto dare nonostante pochi o nessuno abbia mai sollecitato quest’intervento. Abbiamo notato, nel corso di questi anni, molta più attenzione a questioni meno rilevanti e particolare distrazioni su questo argomento ma le ragioni e le motivazioni le conoscono partecipanti alla vita politica e sociale di questa città che si entusiasmano per molto meno”.

Ufficio Stampa Comune di Ostuni

 

La Guardia di Finanza di Ostuni denuncia un geometra ostunese per evasione fiscale

Guardia di Finanza
Guardia di Finanza

I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Ostuni hanno scoperto un’evasione fiscale operata da un geometra di Ostuni. Il cinquantenne avrebbe evaso un milione e 400 mila euro e IVA per oltre 135 mila euro, in un tempo compreso tra il 2010 e il 2012.

Il professionista è stato scoperto dalle fiamme gialle attraverso un controllo che riguarderebbe il giro di affari del professionista finito nel mirino dei finanzieri. Al momento del controllo, sono state molte le incongruenze rilevate, il geometra che avrebbe dichiarato agli inquirenti di non essere a conoscenza dell’ evasione e, anzi, di ritenersi da sempre un contribuente nel regime dei minimi. Nonostante le dichiarazioni fatte dal  geometra, le fiamme gialle avrebbero rilevato che il professionista ostunese sarebbe proprietario di numerose abitazioni.

Amministrative 2014: Il Partito Democratico di Ostuni chiede all’unanimità il ritorno in campo di Francesco Saponaro

Riceviamo e pubblichiamo
Il Coordinamento Cittadino del Partito Democratico riafferma la validità della candidatura di Francesco Saponaro e del progetto politico di coinvolgimento di un vasto schieramento sociale e politico.
Il Partito Democratico chiede a Francesco Saponaro di ritornare a lavorare per creare consenso e adesioni al progetto delle forze del centro sinistra.
Il Partito Democratico di Ostuni affiancherà con entusiasmo Francesco Saponaro e le forze politiche e sociali che vorranno aderire e collaborare per presentare agli elettori uno schieramento forte e credibile per amministrare Ostuni.
Il Coordinamento del PD di Ostuni

Ostuni, Progetto Rimozione Amianto: contributi per rimozione e smaltimento di manufatti contenenti amianto

I proprietari dei manufatti in cemento amianto potranno avanzare richiesta di contributo al Comune di Ostuni per la rimozione e smaltimento dello stesso manufatto tramite una Ditta specializzata ed abilitata che opera nel rispetto della normativa vigente.
Lo ha deciso la giunta comunale di Ostuni approvando il “Progetto Rimozione Amianto” finanziato con fondi regionali (Ecotassa) e comunali per un importo complessivo di 78 mila euro.
Il proprietario del manufatto presente nel territorio del Comune di Ostuni (sia egli persona fisica o giuridica) è tenuta a rivolgersi ad una Ditta specializzata ed abilitata che opera nel rispetto della normativa vigente per effettuare l’intervento di rimozione dei manufatti contenenti amianto. L’elenco delle ditte abilitate alle rimozione e smaltimento di manufatti in cemento amianto è disponibile al sito internet: www.albogestoririfiuti.it ( selezionare Elenchi scritti, successivamente Categoria, scegliere la categoria 10A e/o 10B, in Sezione indicare Puglia e Provincia Brindisi o quella desiderata).
Il proprietario del manufatto in cemento amianto prima di eseguire l’intervento di bonifica deve avanzare domanda di contributo da indirizzare al Comune di Ostuni da consegnare a mano, a mezzo raccomandata A.R. o a mezzo di p.e.c. (protocollo@cert.comune.ostuni.br.it) all’ufficio protocollo del Comune di Ostuni – Piazza della Liberta, 68 (ai fini della graduatoria farà fede esclusivamente il timbro di arrivo del protocollo dell’Ente). La domanda deve contenere uno o più preventivi di spesa formulati da ditte abilitate alla rimozione e smaltimento dei manufatti contenenti amianto. Il Comune, esaminata la domanda di contributo e verificata la completezza e regolarità, comunicherà al richiedente l’ammissione a finanziamento. Ovviamente il proprietario dell’edificio su cui è posto il manufatto in cemento amianto da rimuovere, qualora l’intervento di bonifica sia da assoggettare a titolo abilitativo edilizio ai sensi del D.L.vo 380/2001, è tenuto ad ottenere detto titolo abilitativo prima dell’esecuzione dell’intervento, mediante lo Sportello Unico per l’Edilizia del Comune di Ostuni;
Effettuata la rimozione da parte della ditta incaricata, il proprietario, ai fini dell’erogazione del contributo concessogli, dovrà trasmettere all’ufficio protocollo del Comune di Ostuni la documentazione tecnica ed economica relativa all’intervento.
Il termine ultimo per la trasmissione della documentazione è di 120 giorni a decorrere dalla data di ricezione della comunicazione di ammissione a finanziamento, pena la decadenza dal beneficio
Il contributo, secondo quanto innanzi previsto, sarà erogato dal Comune di Ostuni al proprietario dopo la presentazione dell’istanza di erogazione, previa verifica della congruità della documentazione presentata. Una documentazione non completa in ogni sua parte, comporterà l’esclusione della domanda e la non erogazione del beneficio economico.
L’incentivo economico per ciascun intervento di bonifica è pari all’80% della spesa complessiva fino ad un massimo di € 1.500,00 per ogni singolo intervento, previa presentazione della documentazione con divieto di suddivisione artificiosa dell’intervento di bonifica in più stralci.
I contributi saranno erogati in ordine cronologico di presentazione della domanda fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Comunicato Stampa Comune di Ostuni

Ostuni: tentano di rubare un auto arrestati

Riceviamo e Pubblichiamo
Si comunica che intorno alle ore 22,00 di ieri, personale di questo Commissariato di P.S. ha tratto in arresto due giovani, LAGALANTE Fabio, con precedenti, da Monopoli, di anni 26, e COLANINNO Massimo, incensurato, da Fasano, anch’egli di anni 26, ritenuti responsabili di tentato furto aggravato di autovettura (nella fattispecie una perfetta FIAT Grande Punto di color bianco, praticamente nuova), nonché per possesso di strumenti atti ad aprire e forzare serrature.
​Gli arresti sono scaturiti dalla richiesta d’intervento di un cittadino ostunese, il quale, al suo rientro a casa, accortosi che accanto alla vettura della di lui madre, parcata sulla pubblica via, vi erano due persone intente ad armeggiare, aveva immediatamente telefonato al Commissariato di P.S. di Ostuni, chiedendo l’intervento dei poliziotti della Volante. L’arrivo dei poliziotti sul posto, favorito dalla posizione favorevole dell’equipaggio in quel preciso istante, è coinciso col momento in cui il figlio della proprietaria della vettura (A.M.) oggetto del tentato furto, ed un suo amico (ossia colui che l’aveva accompagnato a casa), avevano iniziato ad urlare all’indirizzo dei sospetti ritenendo ormai imminente l’avvio del motore e, quindi, la definitiva consumazione del furto della vettura. Difatti, in quel frangente, il cofano della vettura era aperto ed uno dei due giovani, evidentemente, era intento a manomettere l’impianto elettrico nelle immediatezze della centralina elettronica deputata all’avvio del mezzo.
​Vistisi scoperti, i due malviventi avevano cercato darsi alla fuga e, in tale contesto, si erano diretti di corsa verso una vettura ferma a pochi metri (alla cui guida vi era un complice, in attesa), all’interno della quale hanno letteralmente lanciato alcuni oggetti, verosimilmente, attrezzi atti allo scasso ed altro. Purtroppo, a causa della concitazione e del suolo reso viscido dalla pioggia, LAGALANTE Fabio è scivolato, rovinando al suolo, ed è stato immediatamente bloccato; vi è stato un tentativo del suo complice, che, con rapidità, era tornato indietro evidentemente con l’intenzione di dar man forte a LAGALANTE Fabio. Indi, allorché si è reso conto che entrambi i due complici erano stati ormai definitivamente bloccati, il terzo complice si è dato alla fuga in auto, abbandonando i correi nelle mani dei poliziotti e dei due giovani.
​Già da un primo esame, la vettura FIAT Punto oggetto di tentativo di furto, effettivamente, presentava non solo la forzatura dei nottolini della serratura della portiera e del quadro di accensione, ma anche la manomissione del vano motore, nella fattispecie, la forzatura ed alterazione della centralina dell’avvio del propulsore (già estratta dalla sua sede e collegata a vari fili). La vettura in questione, eseguiti i rilievi di Polizia Scientifica del Commissariato di Ostuni, è stata riconsegnata al proprietario, seduta stante; lo stesso, contestualmente, ha qui sporto denuncia-querela nei confronti dei due responsabili.
​Di tutto quanto, è stato avvertito il Sost. Proc. della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi, dott. Giuseppe DE NOZZA che, preso atto della situazione cui i due malviventi avevano dato vita, ne disponeva la traduzione presso le rispettive abitazioni, in Monopoli, in regime di arresti domiciliari.​
​Lo stesso dott. Giuseppe DE NOZZA ha disposto che alle ore 14,30 odierne, nella sala “Falcone” del Tribunale di Brindisi, si dia luogo alla presentazione degli arrestati ad opera del personale operante di questo Commissariato, a fini della convalida dell’arresto e la celebrazione del rito direttissimo.
​Gli arrestati hanno nominato, quale difensore di fiducia, l’avv. Umberto Sforza, del foro di Brindisi.
​Ostuni, 04 febbraio 2014

Amministrative 2014, Il Movimento Liberal avvia la Campagna Elettorale a sostegno del Candidato Sindaco Nicola Santoro

Nicola Santoro Incontro
Nicola Santoro Incontro

Riceviamo e Pubblichiamo

Esprimiamo vivo apprezzamento per l’ atteggiamento ed il comportamento del candidato Sindaco avv. Nicola Santoro che pubblicamente ha dichiarato di essere pronto alla celebrazione delle primarie pur di favorire l’unità della coalizione di Centro-Sinistra.

L’avv. Santoro,  evitando dannose fughe in avanti,  ha dimostrato non solo di avere a cuore il valore dell’unità della coalizione, ma anche di avere la saggezza e l’umiltà necessarie a guidare la futura amministrazione della Città Bianca.

Riteniamo che anche il candidato Sindaco prof. Saponaro, prendendo atto dei numerosi appelli che si sono succeduti negli ultimi giorni, dovrebbe tornare sui propri  passi, imponendo ai partiti ed ai movimenti che lo sostengono la celebrazione delle primarie.

E’ davvero strano che forze come il PD, che celebra le primarie in ogni occasione, o nuovi movimenti, che si sono da ultimo affacciati nella nostra Città proclamando e sbandierando la democrazia partecipativa, siano così intransigenti di fronte a questa straordinaria occasione di dare effettivamente e concretamente la parola ai cittadini.

Noi, dal canto nostro, continuiamo fiduciosi ad attendere che la saggezza prevalga su ogni forma di personalismo e che il buon senso e l’obiettività di analisi  possano prevalere sul  populismo di qualche nostalgico rivoluzionario.

Nell’attesa, tuttavia, non possiamo esimerci dall’iniziare gli incontri propedeutici alla competizione amministrativa che ci attende e, pertanto, pur nella consapevolezza che ogni sforzo volto a ritrovare le ragioni dell’unità sarà comunque ben accetto, per venerdì prossimo, 7  febbraio, abbiamo fissato il primo incontro con il candidato Sindaco avv. Nicola Santoro che, presso la sede del movimento, in via Fumarola n.4, alle ore 19,00, incontrerà iscritti e simpatizzanti.

 

Ostuni, arrestato il pluripregiudicato Mario Flore

Riceviamo e Pubblichiamo
Si comunica che nel primo pomeriggio di ieri, personale di questo Commissariato di P.S. ha tratto in arresto il noto pluripregiudicato FLORE Mario, classe 1970, in esecuzione di provvedimento esecutivo emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Lecce in data 31.01.2014, a firma del magistrato di Sorveglianza dott. ssa Ines CASCIARO, per effetto del quale il predetto dovrà scontare la pena di ANNI TRE, MESI SETTE E GIORNI TREDICI DI RECLUSIONE.
​Tale provvedimento, fa seguito al sopravvenuto ordine di esecuzione, emesso a carico del predetto in ordine a due distinte condanne comminategli a margine di processi celebrati a suo carico, per altrettanti arresti cui era stato sottoposto a conclusione di due delicate indagini condotte da questo commissariato di P.S.:
sentenza del 16.04.2009, ad ANNI UNO E MESI QUATTRO DI RECLUSIONE, perché colto nella flagranza di spaccio di sostanze stupefacenti, in Ostuni;
Sentenza del 31.01.2013, ad ANNI QUATTRO DI RECLUSIONE, inflitta dal G.I.P. del Tribunale di Brindisi, perché – come si ricorderà – in data 14.12.2012, a conclusione di una delicata indagine, era stato arrestato perché colto nella flagranza di detenzione, a fini di spaccio, di ingente quantitativo di sostanze stupefacenti del tipo hashish; spaccio di sostanze stupefacenti del medesimo tipo. L’operazione si era conclusa con una irruzione all’interno del supermercato-macelleria-braceria condotto dallo stesso FLORE Mario (sito questa via San Michele Salentino, alle porte di Ostuni), allorché, complessivamente era stato trovato in possesso di grosse confezioni “mattoni” di hashish, per oltre quattro chilogrammi). Anche ieri, FLORE Mario è stato arrestato mentre si trovava in quello locale, attualmente adibito a ristorante.

Assolte le formalità di rito, FLORE Mario (assistito dall’avv. Giovanni Zaccaria) è stato associato al carcere di Brindisi, a disposizione dell’A.G.

 

Amministrative 2014, lo staff di Gianfranco Coppola: ‘La sinistra litiga, Noi lavoriamo per la Città’

Coppola Gianfranco
Coppola Gianfranco

Riceviamo e pubblichiamo
Mentre il centro sinistra si impegna a trovare soluzioni su come continuare ad andare avanti e trovare un metodo per raggiungere un accordo cercando a tutti i costi di non lasciare il comando, ci sono ragazzi che lavorano la sera fino a tardi a serrande chiuse togliendo tempo alle famiglie e al divertimento per organizzare eventi che portino al coinvolgimento della cittadinanza verso la politica sana, quella fatta di sorrisi e soprattutto del volersi bene.
Notiamo, mentre impegnati ad organizzare il nostro programma elettorale e gli eventi insieme alla gente, che l’attenzione dei principali quotidiani si rivolge verso una oramai stancante telenovela di attacchi e offese degli amministratori che oggi ci governano; ecco, questa attenzione è stata la stessa, che negli ultimi anni, ha portato agli occhi della gente una amministrazione autodefinitasi virtuosa ed eccelsa in tutto, senza mai dare la possibilità di una risposta a coloro i quali la pensavano diversamente. La gente che incontriamo tutti i giorni, è stanca dei monologhi! attraverso i quali si sentono degli auto elogi che portano a pensare, se qualcuno gli ascolta soltanto, a chissà quale amministrazione di quale città si riferiscano. Il fatto che la stampa locale, sia attratta solo dalle vicende del centro sinistra, viene consacrato, e nessuno può dire il contrario, dal fatto che oggi su giornali “quotidiani”, vi sia una pagina intera, che spiega la trama della ennesima puntata di una disgustosa vicenda che alla popolazione non interessa minimamente, in quanto “offende” l’intelligenza dei cittadini, che non ne può più di telefonate, comunicati, smentite, acclamazioni e ripensamenti! Ed invece, del nostro evento organizzato per quest’oggi in biblioteca sullo sport, dove abbiamo lavorato per diverse sere, non v’è traccia alcuna! Dobbiamo constatare quindi, che per alcuni giornalisti, ai quali mandiamo le mail dei nostri articoli (che spesso, stranamente si perdono), interessi solo ed esclusivamente la visibilità di un certo tipo di politica, quella che gira attorno a determinate persone, che hanno solo l’obbiettivo del “comando” del paese, e che, dimostrano paura del giudizio che i cittadini daranno, quando si arriverà al voto!Ringraziamo le redazioni che, ad oggi, si è dimostrano le più trasparenti nell’esporre situazioni politiche senza preferenza di colore, ai cittadini, che esprimeranno il loro giudizio sulla base di una informazione chiara, e soprattutto esaustiva di argomentazioni e non chiacchiericci da BAR.

Il comitato organizzativo per la campagna elettorale del sindaco Gianfranco Coppola

 

Ostuni, Amministrative 2014: il candidato Nicola Santoro risponde al candidato Francesco Saponaro

Riceviamo e Pubblichiamo

In riferimento all’invito rivolto da Francesco Saponaro ai candidati,  e a me in particolare, a “parlare di più e in prima persona”, intendo precisare che sino ad oggi, ad eccezione di un intervento esplicitato nei giorni scorsi  in favore della celebrazione delle primarie, volutamente sono rimasto in silenzio, non intendendo minimamente interferire anch’io, con ulteriori esternazioni, nell’opera di mediazione che continua, anche in queste ore, ad essere in corso tra le forze politiche al fine di recuperare l’unità della coalizione del centrosinistra.

Da entrambe le parti  si sostiene, invero,  che bisogna operare ogni plausibile massimo sforzo per comporre la frattura, ma di fatto mi pare che molti interventi, sia per i toni e sia per i contenuti polemici, che spesso ingenerano reazioni a catena, non risultino assolutamente utili allo scopo.

Assumere in questo delicato momento posizioni rigide di fughe in avanti, di contrapposizioni o di strumentali pubblici proclami, a maggior ragione se poi provengono da parte di soggetti che , allo stato, risultano ancora potenziali, se non addirittura solo ipotetici, candidati, visto che dalle recenti dichiarazioni di esponenti di vertice delle forze politiche emerge la concreta possibilità di una “terza scelta”, ritengo che sia in alcuna maniera costruttivo, se non proprio deleterio.

Per cui, nel mio attuale ruolo, attenderò sino a quando la situazione non si sarà definita, mi auguro con il  naturale ricompattamento del centrosinistra, dopo di che,  nel caso di conferma della  mia candidatura, farò conoscere ai cittadini, sicuramente con la obiettività e i toni pacati che mi sono consueti, compiutamente il mio personale pensiero ed  esporrò,  con ogni possibile chiarezza, le mie “idee”, i miei programmi e i miei progetti per la città di Ostuni.

Nicola Santoro

 

Le notizie più lette