Home Blog Pagina 2

Intervista ad Aldo Pignatelli, candidato alle prossime elezioni amministrative

Intervista ad Aldo Pignatelli, candidato alle prossime elezioni amministrative che si terranno il 26 Maggio 2019, con la lista civica Uniti per Ostuni, a sostegno del candidato Sindaco Domenico Tanzarella.

D: Perché ha deciso di entrare in politica?
R: Seguo la politica da sempre, e ho deciso di candidarmi perché amo la mia città e voglio mettere al servizio della stessa tutta l’esperienza che ho maturato in campo internazionale.

D: Lei ormai è uno stilista di moda affermato a livello internazionale. Come farà a seguire eventuali incarichi?
R: Nonostante il mio marchio Aldo Pignatelli Origini, ormai sia affermato come brand, in molti paesi del mondo, ne cito alcuni, Russia, Est Europa, Cina e da settembre, in tutto il Sudamerica, c’è da dire che chi segue personalmente il mio lavoro, sono i miei collaboratori, mentre io mi limito a creare, per cui, non mi sarà difficile seguire eventuali incarichi, sia sul territorio, che a livello internazionale.

D: Perché la scelta di sostenere Domenico Tanzarella in queste elezioni?
R: Ragazzi!! Rendiamoci conto che l’avvocato Domenico Tanzarella è in assoluto l’unico politico capace di risolvere tutte le problematiche che affliggono la nostra comunità, e questo non perché me lo invento io, ma perché è lui che nell’arco della sua carriera politica lo ha dimostrato. Conosco Domenico da più di trent’anni, ed ho capito quanto lui ci tenga alla sua Ostuni, e quanta incondizionata passione ed amore ha verso la sua città. Quindi, reputo Domenico Tanzarella, l’unico candidato Sindaco in assoluto che possa governare questa città.

D: Cosa pensa di fare per Ostuni?
R: Ostuni è una delle più belle città d’Italia, inserita tra i 10 borghi più belli d’Italia. Negli ultimi anni abbiamo assistito alla decadenza totale della nostra città per mancanza di programmazione e di politiche volte alla crescita e alla valorizzazione del territorio. La nostra è diventata una città impresentabile agli occhi del turista e di certo non è un ottimo biglietto da visita. Le cose da fare sono tante, tra cui curare le rotonde e i giardinetti, ripristinare le strade colme di buche e tutto il borgo antico, in cui si rileva la mancanza di illuminazione e bagni pubblici. Lavorare per Ostuni nell’ambito del turismo, facendo di Ostuni una città turistica per 12 mesi l’anno sarà la mia priorità. Il turismo è ricchezza, e soprattutto lavoro per i nostri giovani.

D: Vuole fare un appello agli elettori della Città Bianca?
R: Dico ai miei cittadini, che, per qualsiasi lamentela o suggerimento, possono contattarmi sia per e-mail pignatellialdo@libero.it che al numero 331/7159984.

Spazio Politico Autogestito, committente elettorale il candidato.

Trattamenti integrati ed Imaging Guidati in Medicina Interna e Oncologia è il tema del convegno organizzato dal dott. Piero Gatti.

Pietro Gatti
Pietro Gatti

L’evento si terrà in Ostuni presso la sala congressi dell’Hotel Monte Sarago i giorni 24 e 25 maggio 2019 dal titolo: Trattamenti integrati ed Imaging Guidati in Medicina Interna e Oncologia.

La diagnostica e il trattamento, sia medico che chirurgico, delle neoplasie solide hanno subito, negli ultimi anni, una profonda evoluzione dettata dall’irrompere di tecniche di imaging e di farmaci innovativi che hanno di fatto cambiato la prognosi di alcuni tumori. L’affermarsi di nuove molecole in campo farmacologico, sia nel trattamento delle malattie epatiche croniche che nella terapia di supporto, ha permesso di ridurre l’insorgenza di neoplasie e di migliorare la qualità di vita del paziente.

Nella diagnostica ecografica, l’avvento dei mezzi di contrasto di seconda generazione ha rivoluzionato il vecchio concetto di ecografia al punto che le linee guida europee considerano l’ ecografia con mezzo di contrasto (CEUS) un’indagine di primo livello per la diagnosi differenziale tra lesioni benigne e maligne. L’evoluzione dell’imaging ha di fatto incrementato le possibilità terapeutiche di molti tumori solidi sia permettendo diagnosi più precoci, sia di ausilio a tecniche chirurgiche miniinvasive o locoregionali.

Il successo ottenuto con le pratiche interventistiche, sia in ausilio che in sostituzione della chirurgia, ha permesso di aprire nuove frontiere di trattamento con applicazioni anche in settori diversi da quelli dell’epato-oncologia. La recente introduzione sul mercato di farmaci anti-angiogenici e la sperimentazione di altre molecole nell’ambito di trial clinici hanno dimostrato di aumentare la sopravvivenza anche nei casi di pazienti con tumori considerati inoperabili o privi di indicazione al trattamento con altre tecniche interventistiche a disposizione.

La diagnostica e la terapia sia in campo internistico che oncologico richiedono una stretta collaborazione tra epatologo, internista, radiologo interventista, infettivologo, oncologo, chirurgo e personale infermieristico al fine di avere una visione globale del singolo paziente e di offrirgli il miglior trattamento possibile atto a determinare un prolungamento della sopravvivenza o, in alternativa, una migliore qualità di vita. Argomento del congresso sarà inoltre, alla luce dei risultati ottenuti con le nuove terapie contro il virus C (DAA), l’eradicazione del virus C nella logica delle conseguenze che tale eradicazione potrà rappresentare in termini di riduzione dell’HCC.

Il convegno si propone di riunire team multidisciplinari composti da esperti di chiara fama e operatori locali del settore al fine di ottimizzare percorsi diagnostici e terapeutici e creare la giusta osmosi culturale tra specialità e interazione con un uditorio formato da medici specialisti internisti, gastroenterologi, infettivologi, radiologi, oncologi, chirurghi, medici di medicina generale e da personale infermieristico infermieristico.

L’evento congressuale che si terrà in Ostuni presso la sala congressi dell’Hotel Monte Sarago i giorni 24 e 25 maggio 2019 dal titolo: Trattamenti integrati ed Imaging Guidati in Medicina Interna e Oncologia.

L’apertura Congressuale sarà alle ore 8.45 del giorno 24 maggio con l’intervento previsto del Direttore Generale ASL BR, del Direttore Sanitario ASL BR, del Rappresentante della Regione Puglia, del presidente dell’Ordine dei Medici Di Brindisi. Nel Corso della due giorni Congressuale interverrà, inoltre, il rettore dell’Università degli Studi di Bari.

Si tratta della III edizione organizzata dal dott. Pietro Gatti, quest’ultima in collaborazione con i Colleghi del reparto di Medicina Interna di Ostuni, per mettere a confronto le diverse professionalità in campo internistico-oncologico e si avvale del prestigioso patrocinio della Rete Oncologica Pugliese, nonché degli enti che tanto si stanno adoperando nella attivazione dei percorsi oncologici multidisciplinari quali la Regione Puglia e l’AReSS. A fianco degli enti istituzionali locali quali ASL BR e Ordine dei Medici di Brindisi, l’evento congressuale si avvale anche del patrocinio culturale dell’Università degli Studi di Bari che di per se costituisce una validazione scientifica all’evento stesso.

L’UDS presenta le sue proposte per i candidati sindaco alle Amministrative del 26 maggio

Studenti Uds Ostuni
Studenti Uds Ostuni

Riceviamo e pubblichiamo la lettera dell’UDS indirizzata ai candidati sindaco di Ostuni.

In nessuna occasione, probabilmente, come nel periodo che precede le elezioni amministrative, la vita politica della Città Bianca si riaccende. E’ il momento in cui i cittadini sono chiamati a scegliere per il bene del proprio territorio con la speranza di ravvivarlo e di vederlo rinnovato. L’Unione degli Studenti di Ostuni, in tal senso, non poteva non far sentire la propria voce, una delle più calde nel panorama cittadino. Di recente, infatti, l’associazione di giovani studenti ostunesi ha pubblicato un documento in cui chiarifica le proprie richieste e le proprie vertenze, indirizzandolo e presentandolo specificatamente ai quattro candidati sindaco, chiamati a lavorare in sinergia con l’UDS, in modo da operare seriamente al fine di garantire la sanità della vita culturale e scolastica a tutti i giovani cittadini.

Il primo punto del documento verte sul tema della facilitazione dell’accesso alla cultura. Più specificatamente, viene richiesto lo stanziamento di fondi sostanziosi per la creazione della Carta SIF (Soggetto In Formazione) che renda la cultura un diritto e non un lusso attraverso sgravi presso gli enti che offrono arte e cultura. Questa proposta nasce dalla disamina dei dati ISTAT del 2017, che denota un vertiginoso calo nello stanziamento di risorse ai fini dello sviluppo e della facilitazione dell’accesso alla cultura, intesa non solo come formazione scolastica, ma come accesso agli eventi artistici, sociali e culturali cittadini.

Altro punto affrontato ampiamente è quello delle agevolazioni e della preservazione del diritto allo studio paritario, tema particolarmente caro alle centinaia di studenti pendolari frequentanti le scuole secondarie cittadine. Venendo incontro alle esigenze di questi ultimi, è richiesto un tavolo con l’STP finalizzato ad ottenere abbonamenti gratuiti e sconti per studenti. Rilevanza centrale ha la lotta atavica al “caro libri”. L’acquisizione di libri di testo arriva a costare ogni anno fino a seicento euro, spesa insostenibile per molte famiglie. Su questa base, si pensa che l’istituzione di un comodato d’uso per i libri scolastici pertanto sarebbe una soluzione che offrirebbe a tutti pari opportunità e renderebbe il sapere accessibile a tutti i soggetti in formazione, abbattendo barriere economiche che sono causa dell’ elevato tasso di dispersione scolastica.

Il forte programma redatto in prima persona dalla responsabile Chiara D’Amico e da tutti gli udiessini non si ferma certo qua e affronta temi di responsabilizzazione studentesca e giovanile. Gli spazi dedicati agli studenti, è evidente, sono risicati e su questa base, il sindacato studentesco reclama il recupero e la messa a disposizione di spazi pubblici e la pubblicazione di bandi a sostegno delle iniziative giovanili, il tutto affiancato al riconoscimento politico del Soggetto in Formazione, anche attraverso maggiori dimostrazioni di fiducia nei confronti dei progetti studenteschi. A conclusione, viene presentato il punto più importante: la riformulazione della consulta studentesca.

Il valore di quest’organo ad Ostuni è, purtroppo, quasi incontrovertibilmente svilito. Per questo motivo e in accordo con quanto sancito dalla “Carta Europea di Partecipazione dei Giovani alla Vita Locale e Regionale” presentata dal Consiglio d’Europa in cui si afferma che il punto di partenza per una società più democratica e solidale è la partecipazione attiva dei giovani alle decisioni e alle attività a livello locale, si ritiene necessaria la concessione di maggiore rilevanza decisionale della consulta giovanile, con un investimento annuo nelle attività da questa proposte.

E’ un programma pingue e sostanzioso, mirato allo sviluppo della vita studentesca cittadina, in modo che possa essere salvaguardata dalla deriva sociale dei giorni nostri in ambito culturale. La chiusura migliore deriva dalle parole di Chiara D’Amico che si appella direttamente ai candidati: “Voglio dimostrarmi fiduciosa. Certo, è facile fiancheggiare gli studenti in periodo di campagna elettorale, ma sarebbe bello almeno per una volta vedere le buone premesse attese durante in fase di amministrazione. Molti si sono limitati a parlare di studenti senza parlare con gli studenti. Io spero che chi ci ha incontrato si sia accorto della validità dei punti in programma e che abbia percepito che non ci fermeremo con l’emanazione di questa piattaforma”.

Comunicato stampa piattaforma studentesca verso le amministrative

Le “Mozioni Europee” di Michele Abbaticchio passano anche per Ostuni. Il Video Servizio

Michele Abbaticchio

Le idee programmatiche di Michele Abbaticchio, candidato di Italia in Comune-+Europa nella circoscrizione sud (Abruzzo, Molise, Campania, Calabria, Basilicata, Puglia). Abbiamo incontrato Abbaticchio ad Ostuni grazie al nuovo cordinatore de “L’Italia in Comune” Domenico Palmieri.

Qui il Video Servizio

1. ANTIMAFIA SOCIALE come materia scolastica obbligatoria.

La criminalità organizzata è un cancro che va sconfitto su più fronti, con misure repressive e patrimoniali. Prima di tutto, però, bisogna agire nelle coscienze, educando fin da piccoli i cittadini a rifiutare la cultura dell’illegalità e della sopraffazione, dando loro gli strumenti per una piena consapevolezza dei valori civici e delle cause sociali che, se non rimosse, determinano il consenso nei confronti delle mafie.

2. CONTRASTO ALLA POVERTA’ garantendo costituzionalmente il DIRITTO ALLA CASA.

Sono ancora centinaia di migliaia gli italiani che rischiano lo sfratto perché non sono in condizione di permettersi un’abitazione. La Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea prevede, all’articolo 34.3, che “l’Unione europea riconosce e rispetta il diritto alla casa e all’housing sociale”. Questo diritto va reso effettivo e recepito nella nostra Costituzione. Occorre inoltre ampliare le possibilità per i Comuni di impiegare disoccupati per lavori di pubblica utilità.

3. PER OGNI MIGRANTE ACCOLTO, UN DISOCCUPATO DEL SUD ASSUNTO.

Finanziamenti per i Comuni che attuano progetti di riutilizzo di beni dismessi in zone ad alto tasso di disoccupazione, con affidamento a cooperative che impieghino per il 50% migranti e per il 50% disoccupati del posto. Accoglienza indiscriminata degli stranieri e chiusura dei porti sono entrambe misure irragionevoli: l’unica strada percorribile è la solidarietà a misura delle nostre comunità, facendo attenzione a non scatenare guerre tra poveri e dando lavoro al Sud fondati attraverso l’integrazione.

4. VALORIZZARE I PRODOTTI TIPICI DEL SUD e salvaguardare le nostre eccellenze, non equiparabili ai prodotti importati dalla bassa qualità organolettica. Da anni nei nostri Comuni sono partiti processi virtuosi di valorizzazione di tipicità come l’olio, il vino, l’uva da tavola, eccetera. Occorre intervenire a livello legislativo per restituire potere contrattuale ai nostri coltivatori, spesso schiacciati dalle multinazionali e dalla grande distribuzione.

5. Attivare misure per INFRASTRUTTURARE e alimentare con energie rinnovabili le nostre ZONE INDUSTRIALI.

Per combattere la disoccupazione, la via maestra è pianificare e mettere al primo posto lo sviluppo industriale delle nostre regioni, studiando i fabbisogni delle nostre aree produttive e cogliendone le vocazioni. Tuttavia, questa azione è ormai assente dall’agenda politica. Finanziando strade e servizi per nuovi insediamenti industriali si possono attrarre imprese.

6.Sostenere la conoscenza dell’INDUSTRIA 4.0 negli istituti tecnici superiori e nei centri di formazione. Promuovere le fondazioni, i titoli di studio, facilitare il riconoscimento dei CFU conseguiti nel percorso scolastico o accademico. per qualificare la manodopera e tentare di colmare il gap fra mondo dell’istruzione e mondo del lavoro.

7. Istituire la misura “EUROPE FOR WORKERS” per consentire scambi di informazione tra lavoratori sui temi della sicurezza sul lavoro e dei diritti dei lavoratori.

8. Promuovere misure di ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE in tutti i campi, compreso quello culturale, incentivando prestazioni professionali di artisti, musicisti e attori disponibili a esibirsi per persone con difficoltà motorie impossibilitate a partecipare a spettacoli dal vivo. Oltre che per i destinatari, questi progetti servirebbero a garantire un’integrazione di reddito per i tanti giovani artisti meridionali.

9. Favorire il RITORNO DEI CERVELLI in FUGA, attraverso bandi che promuovano progetti di integrazione tra i giovani laureati emigrati in altre aree d’Europa e le comunità locali.

10 Introdurre il divieto delle ESPOSTAZIONI DI ARMI verso i Paesi in stato di guerra.

Lo storico commerciante ostunese Pino Lofino presenta il suo libro “Al Top di una vita”

Pino Lofino

Il noto commerciante di Ostuni Pino Lofino ha compiuto da pochi giorni 80 anni e, grazie alla sua proverbiale inventiva ha scritto un libro dal titolo “Al Top di una vita”

Il noto commerciante di Ostuni Pino Lofino ha compiuto da pochi giorni 80 anni e, grazie alla sua proverbiale inventiva ha scritto un libro dal titolo “Al Top di una vita” dove racconta in modo egregio i suoi 65 anni di attività da commerciante, avendo iniziato a lavorare alla tenera età di 14 anni nel lontano 1954.

Con questa opera ha regalato a se stesso e alla città bianca pennellate di storia vissuta e autentica in occasione appunto del suo compleanno. Pino Lofino è un esempio vivente di uomo laborioso, generoso, amante della bellezza in quanto tale, infatti impareggiabili sono le vetrine del suo negozio “Top shop Lofino” sito a viale Pola di Ostuni, sempre pronto a sostenere tante iniziative e attività da quelle sociali e culturali a quelle sportive.

Pino Lofino pur non avendo avuto la possibilità di continuare gli studi dopo aver finito la terza media, è un uomo che regala nel suo racconto pillole di saggezza “..un bravo commerciante, per bene operare,a prima mattina deve prendere due dita di pazienza, una tazza di bontà, quattro cucchiai di buona volontà e un pizzico di speranza per ottimi affari. Se il buon operatore commerciale vuole proprio raggiungere il top nel servire la sua clientela a quanto innanzi detto può benissimo aggiungere due manciate di tolleranza, un poco di prudenza, un filo di simpatia e una manciata di quella rara pianta che si chiama umiltà e una grande quantità di umore..”.

Tutto questo è Pino Lofino che da sempre ha cercato di svolgere il proprio lavoro soprattutto con gentilezza, serietà e professionalità.

Gara per la manutenzione del verde pubblico, preoccupazione per le sigle sindacali

Ostuni dall'Alto
Ostuni dall'Alto

L’affidamento dell’appalto per la manutenzione del verde pubblico ad Ostuni è oggetto di una serie di contestazioni da parte delle organizzazioni sindacali.

«Siamo fortemente preoccupati per i lavoratori e per la qualità del servizio che si potrà garantire alla cittadinanza. Si riveda la gara». L’affidamento dell’appalto per la manutenzione del verde pubblico ad Ostuni è oggetto di una serie di contestazioni da parte delle organizzazioni sindacali. In particolare le preoccupazioni nascerebbero dall’aggiudicazione provvisoria, con un ribasso del 37% sul progetto iniziale di 167 mila euro, da parte di un’impresa di Monopoli. Al momento sono in corso le verifiche degli uffici comunali, sull’offerta pervenuta.

Intanto, però, monta la protesta da parte di Luigi Vizzino, segretario provinciale della Uila (Unione Italiana dei lavoratori agroalimentari) di Brindisi, che sta seguendo la vertenza insieme ai referenti territoriali per la Città Bianca. Inviata una lettera ai dirigenti comunali per accertare l’intera procedura di gara: ritenuto non congruo, per una città come Ostuni, una cifra di poco superiore ai 105 mila euro, per la manutenzione del verde pubblico nell’intero e vasto territorio della Città Bianca. Importo che deriva dal ribasso proposto in seduta di offerta per partecipare al bando. Chiesto un incontro urgente da parte del sindacato anche al commissario prefettizio del comune di Ostuni, Rosa Maria Padovano

«Abbiamo appreso l’avvenuta aggiudicazione della gara con un ribasso del 37%. Siamo fortemente preoccupati per le possibili ripercussioni, sulla qualità del servizio e sulla dotazione dell’organico e dei mezzi. Chiediamo una revisione anche per scongiurare qualsiasi ipotesi di ridimensionamento dei livelli occupazionali». Così Vizzino che sottolinea un altro aspetto, anche in riferimento a quanto avvenuto nel precedente appalto. «Già in passato la dotazione di personale ha subito una pesante decurtazione a seguito del mancato turn over con un’unità lavorativa collocatasi in pensione e mai sostituita». A ciò si aggiungerebbe, anche la circostanza che dopo il pensionamento di un’unità, le ore non sono state ripartite tra gli altri lavoratori, così come era stato garantito nel precedente accordo sindacale, nell’ottobre del 2017.

Ora i timori da parte della Uila, nascono dalla possibilità che con l’eventuale somma, 105 mila euro, non sia sufficiente per garantire l’assunzione a tempo indeterminato di tutti e sei gli attuali dipendenti che si occupano del verde pubblico nella Città Bianca. Di qui l’altro elemento che viene richiesto con fermezza dal sindacato è il massimo rispetto, in quelle che saranno le disposizioni in futuro della nuova azienda, della clausola sociale a tutela dei livelli occupazionali.

«Chiediamo di conoscere, per poter avviare ogni iniziativa di tutela: l’inquadramento giuridico dell’impresa (agricoltura o altro) e stralcio del capitolato di appalto, nella parte in cui viene fatto riferimento al personale ed ai mezzi necessari». Così nella lettera inviata da Vizzino agli uffici comunali per avviare anche a livello sindacale una verifica dell’intera procedura d’appalto. Anche le altre offerte, infatti, non si discosterebbero di molto da quella che al momento si è aggiudicata in via provvisoria la gara. Attualmente, comunque, gli uffici preposti del comune di Ostuni hanno avviato la procedura di valutazione delle proposte economiche ricevute.

Antonella Laricchia ad Ostuni a sostegno di Domenico Pecere

movimento 5 stelle logo
movimento 5 stelle logo

Il consigliere regionale Laricchia in Piazza ad Ostuni a sostegno di Domenico Pecere.

La salvaguardia dei beni storici e culturali, la tutela del paesaggio e del mare, le politiche nazionali a favore del Sud e la battaglia per l’Acqua pubblica, saranno i temi principali dell’incontro pubblico che si terrà mercoledì 22 maggio, alle ore 20, in piazzetta Sant’Oronzo.

Organizzato dal Movimento Cinque Stelle di Ostuni, l’evento vedrà protagonista la consigliera regionale Antonella Laricchia, in trasferta nella Città bianca a sostegno del candidato sindaco Domenico Pecere.

Candidata Presidente alle regionali del 2015, in cui arrivò seconda, Antonella Laricchia continua a battersi con tenacia per la tutela del territorio pugliese e dell’ambiente, per la salvaguardia e la promozione turistica delle sue risorse naturali e archeologiche.
In coda al tour elettorale “continuare per cambiare”, la portavoce pentastellata si confronterà con la comunità ostunese sul Reddito di Cittadinanza, sul ritorno dell’Acquedotto Pugliese alla pubblica proprietà, l’abolizione dei vitalizi.

«Invito i tutti concittadini a venire ad ascoltare di persona quali sono gli assi strategici – afferma Domenico Pecere – su cui il Movimento Cinque Stelle potrà continuare a operare grazie al consenso elettorale, sia a livello amministrativo, che europeo. Siamo l’unica realtà politica che ha bene idea su come creare occupazione e sviluppo. Il Fondo Nazionale per l’Innovazione, i finanziamenti a CNR e Istituti di Ricerca, il piano straordinario di assunzione di 1511 ricercatori, gli incentivi al rientro dei cervelli dall’estero nel Decreto Crescita: misure concrete che si ripercuoteranno positivamente sui singoli territori regionali e comunali».

Storie in città: una giornata dedicata a Gianni Rodari

Ostuni Centro Storico
Ostuni Centro Storico

Storie in città: una giornata dedicata a Gianni Rodari a cura del consiglio comunale dei ragazzi.

Da circa dieci giorni i bambini e i ragazzi della Città Bianca sono coinvolti in una serie di eventi e di iniziative che rientrano nella prima edizione di “STORIE IN CITTÀ” il nuovo progetto di promozione della lettura e delle attività connesse all’utilizzo del libro ideato dai componenti del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze di Ostuni e gestito dagli educatori dell’Associazione Culturale Ricreativa “Ragazzi al Centro” di Ostuni.

Mercoledì 22 Maggio, giornata “clou” dell’evento, sarà dedicata al maestro, pedagogista e autore di letteratura per l’infanzia Gianni Rodari. Attraverso la lettura di alcune storie, filastrocche, testi teatrali e l’ascolto di alcune canzoni i cui testi sono scritti da Rodari, si darà la possibilità agli oltre centocinquanta bambini che vi prenderanno parte all’evento di scoprire, conoscere, valorizzare e apprezzare questo grande maestro che ha dedicato tutta la sua vita ai più piccoli realizzando numerose pubblicazioni per bambini e ragazzi nonchè manuali educativi per educatori, insegnanti e genitori.

La manifestazione si aprirà alle ore 10:15, presso l’Auditorium della Biblioteca Comunale di Ostuni, con un intervento della direttrice della Biblioteca Comunale di Ostuni, la dottoressa Francesca Garziano, sull’importanza della lettura per i bambini e i ragazzi. Seguirà, a cura della dottoressa Raffaella Lofino, psicologa appassionata di progetti educativi per l’infanzia e l’adolescenza, la presentazione della “carta d’identità” di Gianni Rodari. Successivamente sarà la volta dell’esperto Andrea Andrioli che leggerà alcune storie di Rodari tratte da “Favole al telefono” e dell’insegnante Gilda Protino che porterà la sua esperienza
diretta rigurado alcuni laboratori “inventastorie” condotti nella sua scuola con i suoi ragazzi al fine di stimolare in loro la fantasia e la creatività. Concluderanno la mattinata il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze di Ostuni con la lettura di un copione teatrale e il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Conversano con la lettura di alcune filastrocche dello stesso autore.

“Il lavoro è stato tanto, ma gli sguardi, i sorrisi e gli apprezzamenti che ci hanno regalato i bambini durante i vari incontri proposti sono la soddisfazione più grande che potevamo ricevere – ha dichiarato Renato D’Amico, responsabile del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze di Ostuni – attraverso questo evento abbiamo gettato le basi per un lavoro che ci auguriamo possa proseguire anche nei prossimi anni con maggiori supporti e maggiori collaborazioni. Promuovere la lettura fra le nuove generazioni è utile, bello ed entusiasmante”.

L’evento patrocinato dalla Provincia di Brindisi e dal Comune di Ostuni è stato fra l’altro validato a livello nazionale fra le varie iniziative promosse e organizzate in occasione de “IL MAGGIO DEI LIBRI” campagna di promozione della lettura promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Centro per il libro e la lettura.

Wonderful Italy e l’associazione “Lu Scupariedde” a sostegno dell’identità territoriale

Comune di Ostuni
Comune di Ostuni

In occasione della settimana bianca di Ostuni che si terrà nel centro storico della città dal 27 maggio al 2 giugno 2019, Wonderful Italy, startup innovativa nel settore turistico esperienziale e nella vacation rentals fondata da Oltre Venture, sarà a fianco dell’associazione culturale ‘Lu Scupariedde’ in un importante progetto per preservare una delle arti più importanti del territorio della Valle d’Itria: la lenitura ovvero l’imbiancatura a calce.

Negli ultimi anni la bellezza della “Città Bianca” di Ostuni è stata messa a rischio da contingenze economiche che hanno impedito ad alcuni proprietari delle case in centro storico di curare e garantire l’imbiancatura a calce delle abitazioni.

«Il bianco che colora ogni muro e ogni casa e che ci ha resi noti e unici in tutto il mondo come “Ostuni città bianca” sta scomparendo. E’ nostro dovere civico e morale recuperare il mondo del bianco nella dimensione identitaria riscoprendo le radici attraverso la riacquisizione delle testimonianze antiche e sensibilizzando la comunità locale dal punto di vista culturale. Proponiamo soluzioni concrete facendo da ponte tra comune, proprietari di case nel centro storico e maestranze specializzate nella lenitura a calce» ha dichiarato Beniamino Farina, presidente dell’associazione culturale “Lu Scupariedde”.

Wonderful Italy, la cui mission è quella di creare valore per il territorio, ha così firmato un protocollo d’intesa insieme all’associazione “Lu Scupariedde”, in cui si impegna a contribuire al mantenimento della originaria bellezza della città bianca attraverso la donazione di una parte dei guadagni derivanti dalla propria attività in Puglia. Tale contributo economico verrà utilizzato per reimbiancare le zone della città di Ostuni ormai trascurate. La collaborazione porterà inoltre alla realizzazione di workshop e corsi di formazione per imparare il mestiere di lenitore e preservarne la storia, all’organizzazione di eventi con le maestranze, tour esperenziali dedicati al “bianco” per i turisti ed iniziative varie per coinvolgere la comunità in attività di tutela del patrimonio artistico.

«Lo sviluppo turistico di un territorio coincide con lo sviluppo sociale dello stesso. Wonderful Italy si impegna a supportare le realtà territoriali dove è presente, favorendo ed incoraggiando la loro crescita a vantaggio di tutta la comunità locale – ha aggiunto Michele Ridolfo, Amministratore Delegato di Wonderful Italy. Con Wonderful Italy vogliamo far scoprire ai nostri ospiti le meraviglie nascoste della nostra splendida Italia e proprio l’esempio di Ostuni e la riscoperta del bianco e della calce è un ottimo esempio di come vogliamo essere a fianco della comunità locale per far scoprire la bellezza delle sue terre e di tutta la Valle d’Itria».

L’appuntamento è quindi ad Ostuni alla fine di maggio per una settimana di eventi ed appuntamenti di valorizzazione della città e delle sue persone.

Salvini in piazza ad Ostuni tra simpatizzanti e contestatori. Il Video Servizio

Matteo Salvini e Gugliemo Cavallo ad Ostuni

Piazza della Libertà si è divisa tra sostenitori e contestatori all’arrivo del Ministro degli Interni Matteo Salvini.

Il Video Servizio

Accolto dalle cariche della Lega Salvini Puglia e dall’effetto dei candidati della lista Lega Salvini Puglia Ostuni, il vice Premier Matteo Salvini ha parlato sul palco dei principali temi che sta affrontando in queste ultime ore.

“Il decreto sicurezza bis – ha sottolineato Matteo Salvini – si occupa di lotta a camorra e scafisti, difesa di poliziotti e carabinieri in strada, dà più potere alle forze dell’ordine, combatte la violenza fuori dagli stadi. Sono 17 articoli pronti, limati ieri notte. Il decreto è pronto, io sono pronto, non è un testo che serve a Salvini, ma agli italiani e prima viene approvato meglio è. Se qualcuno dice ‘facciamo dopo le elezioni perché sennò gli italiani votano Lega’ fanno un ragionamento sciocco”.

“Il Governo – ha detto inoltre il vicepremier – da lunedì va avanti. Basta che tutti mantengano gli impegni, perché ho sentito un po’ troppi no ultimamente: no all’autonomia, no alla riduzione delle tasse; ridurle al 15% è un’emergenza, non tra un anno, ma adesso”.

Sul palco insieme a Salvini anche il candidato sindaco del centrodestra Guglielmo Cavallo che ha saluto il ministro sul palco ringraziandolo per il suo passaggio odierno.

Non sono mancati in piazza i contestatori che hanno fischiato e contestato per tutto l’intervento il leader della Lega e con striscioni e cartelloni. Tra i contestatori anche il candidato sindaco Angelo Pomes che proprio nelle ore successive aveva scritto al candidato del centrodestra una lettera aperta.

Il candidato sindaco Domenico Tanzarella a margine del comizio ha dichiaro: “Il comizio di Salvini merita sicuramente di essere annoverato nella top five degli spettacoli piu indecorosi per pochezza di idee, arretratezza culturale ed assoluta incompatibilità con il territorio ospitante complimenti al candidato sindaco Cavallo per aver interpretato al meglio il ruolo aeriforme che gli riesce meglio”.

Le notizie più lette