Home Blog Pagina 2

Missione compiuta: la Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni si regala i playoff

Pallavolo 2000 Ostuni 2019

La stagione della Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni continua nel migliore dei modi, i ragazzi guidati dai mister Viva e Bianchi battono con un netto 3 a 0 i rivali del Lecce Volley

Ostuni c’è! La stagione della Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni continua nel migliore dei modi, i ragazzi guidati dai mister Viva e Bianchi battono con un netto 3 a 0 i rivali del Lecce Volley, confermando così quel quarto posto che vale il prestigioso traguardo dei playoff. L’ace del giovane regista Bellanova archivia la pratica e fa partire la festa del PalaCeleste, lì dove il pubblico, giornata dopo giornata, ha tifato e sostenuto i padroni di casa spingendoli verso l’ottimo risultato conseguito a suon di grandi prestazioni.

Sabato sera sul parquet del tensostatico della Città bianca, i gialloblu non brillano come al solito in ricezione, ma spadroneggiano in attacco, fondamentale in cui fa valere ancora una volta tutto il proprio valore Adriano Polignino, uomo partita con i suoi 18 punti . L’avvio è sconvolgente per i salentini, l’Ostuni vola sull’8 a 0, un abisso incolmabile che porta alla vittoria del primo set, chiuso sul 25-15. I giallorossi, in cui militano i due ex Sabatelli (nella passata stagione in forza all’Orthogea) e Zilli (già pupillo del settore giovanile, esperienza culminata con la promozione in prima squadra un anno fa), provano a rispondere per le rime nel secondo parziale, tenendo viva la contesa almeno nella prima parte, prima che l’Ostuni torni ad alzare la voce fino al 25-19 del 2 a 0. Anche nel terzo set l’equilibrio non regge a lungo, Polignino e compagni prendono il volo e piazzano il 25-13 che chiude i giochi in poco più di un’ora di partita, staccando così il biglietto per la seconda parte di stagione.

L’Orthogea viene infatti promossa tra le magnifiche otto migliori squadre della regione, che comporranno due ulteriori gironi da quattro squadre, con le prime due ad incrociare poi i propri destini nelle due finali che metteranno in palio altrettante promozioni in Serie B. Tre sfide andata e ritorno attendono l’Ostuni, sei incontri in cui sfidare nuovamente la capolista Turi (vincitrice dello stesso girone A), lo Spot&Go Racale-Alliste ed il Gs Atletico di Sammichele di Bari (rispettivamente seconda e terza classificata del girone B). Nell’altro girone invece Gravina, Martina (seconda e terza del girone A), Grottaglie e Molfetta (prima e quarta del girone A).

In casa Pallavolo 2000 Ostuni c’è grande soddisfazione, chi ha vissuto la stagione dal principio sa bene quanto poco scontato sia questo traguardo dei playoff, soprattutto dopo un avvio piuttosto complicato e qualche inconveniente di percorso. Ma la squadra, lo staff, i tifosi e tutto l’ambiente hanno saputo rispondere nel migliore dei modi, centrando 16 vittorie (10 successi negli ultimi 12 incontri) che al netto delle 10 sconfitte, si sono tradotte nei 27 punti finali. Adesso però arriva il momento di guardare avanti. Con le proprie consapevolezze, una buona dose spensieratezza e quel briciolo di follia che la contraddistingue, l’Orthogea Ostuni c’è, e continuerà questo avvincente percorso con entusiasmo.

Primarie. Laura De Mola (Forza Italia): “Il centrodestra unito vince”

Da destra Mauro D’Attis, Guglielmo Cavallo, Laura De Mola e Lello Di Bari (Forza Italia)

Un risultato oltre le aspettative. Si sono svolte domenica 17 marzo, le primarie per la scelta del candidato sindaco che guiderà la coalizione di centro-destra alle prossime Amministrative per la città di Ostuni.

3600 i votanti, ed il 57% di loro ha decretato la vittoria di Guglielmo Cavallo, il candidato proposto da Forza Italia. «Ad Ostuni ha vinto il modello di centrodestra che immaginiamo – afferma Laura De Mola, coordinatrice provinciale di Forza Italia – un centrodestra unito, perché è l’unica alternativa alla demagogia ed al populismo».

Cavallo ha battuto l’avversario Giovanni Zaccaria, con il quale si è subito complimentato alla fine dello spoglio delle schede. La Lega, che non ha presentato un proprio candidato, ha lasciato libertà di scelta ai suoi attivisti.«Il prossimo obiettivo saranno le primarie per la scelta del candidato a Mesagne il prossimo 24 marzo – afferma De Mola – ed anche lì, ne sono certa, sapremo replicare questo modello. Per questo sosterremo la figura di Walter Zezza. Il messaggio è chiaro ed è stato espresso dagli stessi elettori già ad Ostuni: basta divisioni.

A Guglielmo Cavallo i miei auguri per un proficuo lavoro in vista della prossima campagna elettorale.»

“Start” di Ligabue è l’album più venduto della settimana

Luciano Ligabue

“Start” esordisce in prima posizione nella classifica Fimi degli album più venduti della settimana.

L’album “Start” di Ligabue esordisce al primo posto delle classifiche Fimi dei dischi e dei vinili più venduti della settimana in Italia. Si tratta di un risultato quasi prevedibile, che si aggiunge a quello ottenuto nella chart radio Earone, dove il rocker di Correggio si piazza in prima posizione con il singolo “Certe donne brillano”, scalzando “Soldi”, la canzone vincitrice della 69esima edizione del Festival di Sanremo e portata sul palco da Mahmood.

La classifica Fimi degli album più venduti della settimana

Il successo del nuovo album “Start”, pubblicato lo scorso 8 marzo, conferma ancora una volta il grande riscontro di pubblico di cui gode da sempre Ligabue, che torna nei negozi di dischi con un attesissimo lavoro, anticipato dai singoli “Luci d’America” e “Certe donne brillano”. Il rocker di Correggio rientra in scena e lo fa da vera star, riconquistando una posizione che lo ha ospitato spesso in oltre trent’anni di illustre carriera e che fa slittare al secondo posto il rap di Lazza, oggi tra i giovani artisti più amati e seguiti. La top10 della classifica Fimi include altri nomi che da settimane dominano le prime dieci posizioni, come Salmo, Mahmood, e Ultimo. Questa è la top10 degli album più venduti della settimana secondo la chart italiana:

  1. “Start” – Ligabue
  2. “Re Mida” – Lazza
  3. “Playlist” – Salmo
  4. “Peter Pan” – Ultimo
  5. “Uomo!” – Mondo Marcio
  6. “Gioventù Bruciata” – Mahmood
  7. “A Star Is Born” (O.S.T.) – Lady Gaga & Bradley Cooper
  8. “Bohemian Rhapsody” (O.S.T.) – Queen
  9. “Pianeti” –  Ultimo
  10. “Musica” – Il Volo

“Start”, il dodicesimo album in studio di Ligabue

L’8 marzo scorso Ligabue ha pubblicato “Start”, dodicesimo album in studio che arriva a tre anni di distanza dal precedente lavoro, “Made in Italy”, accompagnato dall’omonimo film che ha visto il rocker di Correggio indossare i panni del regista. Il nuovo disco è uscito con l’etichetta discografica Warner Music e si compone di dieci tracce, che includono anche il primo estratto dell’album, “Luci d’America”, pubblicato l’11 febbraio scorso. Nello stesso giorno dell’uscita dell’album, invece, Ligabue ha reso disponibile anche il secondo estratto, “Certe donne brillano”, accompagnato da un video utilizzato per uno spot promozionale di una nota compagnia telefonica.

I due singoli hanno ricevuto un ottimo riscontro di pubblico, tanto che “Certe donne brillano” occupa attualmente la prima pozione della classifica radio Earone. Tutte le tracce incluse nel nuovo lavoro discografico sono state scritte da Ligabue, che per la prima volta si è avvalso della collaborazione di Federico Nardelli nel ruolo di producer e polistrumentista, presente in tutte le canzoni del disco insieme al batterista e percussionista Giordano Colombo. L’album è stato realizzato anche con la collaborazione dei chitarristi Federico Poggipollini, Max Cottafavi e Niccolò Bossini, del pianista Luca Scarpa e di Lenny Ligabue, figlio di Luciano, autore di una breve parte di batteria sul finale de “La cattiva compagnia”. Questa è la tracklist dell’album:

  1. “Polvere di stelle”
  2. “Ancora noi”
  3. “Luci d’America”
  4. “Quello che mi fa la guerra”
  5. “Mai dire mai”
  6. “Certe donne brillano”
  7. “Vita morte e miracoli”
  8. “La cattiva compagnia”
  9. “Io in questo mondo”
  10. “Il tempo davanti”

Fonte skytg24

La Lupa passa ad Ostuni ma la Cestistica pensa già al Castellaneta

Cestistica Ostuni

La Cestistica affronterà il Castellaneta che si è classificata al sesto posto. Prima gara ad Ostuni il 7 aprile.

La Lupa Lecce spugna il PalaGentile e chiude al primo posto la stagione regolare. Una vittoria conquistata nell’ultimo quarto grazie all’accelerata firmata da Vranjkovic e Salamina.

La Cestistica si conferma al terzo posto nella griglia play-off. La Lupa cerca ad Ostuni il lasciapassare per il primo posto contro una squadra che lamenta le assenze degli infortunati Manchisi e Kadzevicius.

Primo quarto equilibrato. Vranjkovic prova a spingere gli ospiti (14-19 all’8’), ma la Cestistica sfrutta l’ottima serata di Sherman per rimettersi in carreggiata (20-21).

Nel secondo quarto Lecce prova a scappare. La tripla di Mocavero al 14’ porta i salentini sul +10 (22-32), ma la Cestistica resta viva. La tripla di Teofilo ed il canestro in contropiede di Calabretta sanciscono  la parità (32-32 al 17’). Si va al riposo lungo con la Cestistica in vantaggio grazie al canestro sulla sirena di Latella.

Il terzo quarto scorre sui binari dell’equilibrio. Si decide tutto nell’ultimo quarto. Lecce colpisce nel momento giusto e la Cestistica è costretta alla resa.

Le due squadre si danno appuntamento ai play-off. Il Lecce dovrà attendere due settimane per conoscere l’avversario che verrà fuori dagli spareggi delle prossime settimane. La Cestistica, invece, affronterà il Castellaneta che si è classificata al sesto posto. Prima gara ad Ostuni il 7 aprile.

L’Olympique vince l’Editalia pareggia, campionato riaperto

L’Olympique per ottenere la promozione diretta ha solo un risultato a disposizione e dovrà centrarlo in casa della cugina della capolista, il Futsal Barletta, per poi arrivare al meglio allo scontro diretto decisivo dell’ultima giornata contro la stessa Editalia.

Sembrava che il finale fosse scontato, che ormai si sapesse già chi sarebbe stato destinato a tagliare il traguardo, ad essere proclamato vincitore. Tutto pareva deciso, ma il campo ha deciso di aggiungere altro sale a questo campionato così avvincente. L’Olympique deve dimostrarsi in grado di recuperare quattro punti rispetto all’Editalia, capolista solitaria a 56 punti.

A fronteggiare i gialloblu, il temibile Futsal Andria, in stato di grazie, in grado di mettere in fila quattro vittorie consecutive. La partita si fa sin dalle prime battute ardua per i gialloblu i quali, tuttavia, attraverso una ripartenza magistrale, riescono a portarsi avanti al 5’ con Ricky Ferri. A fare la partita è l’Ostuni che sfoggia un Lisi scatenato e un Fiorentino che non di rado tenta la soluzione dalla distanza. Il pareggio, infatti, è alquanto inaspettato, ma arriva e a firmarlo è il capitano degli ospiti, De Feo, in seguito ad una bella conclusione da posizione defilata. Però, si sa, quando la questione si complica a salire in cattedra è un certo Danilo Salamida che, sugli sviluppi di un corner, attacca il primo palo anticipando tutti e sorprendendo stasi per il nuovo vantaggio dei Warriors.

L’Andria tenta di ritornare alla ribalta, ma trova davanti alla sua strada la solida difesa dell’Ostuni e un Bussunda, come al solito, praticamente impeccabile. La seconda frazione è colma di tensione e di prudenza. L’Olympique difende il risultato con le unghie e con i denti. L’Andria pare molto più propositivo ed incisivo. Il palo colpito da Calabrese al 31’ fa sì che il cuore degli ostunesi presenti al PalaGentile salga per un secondo in gola. A questo i gialloblu rispondono con Lisi che centra un legno clamoroso al 17’.

Nel finale, gli ospiti inseriscono il quinto di movimento, che permette a Ferri di siglare la sua doppietta personale tirando praticamente dalla sua area, rendendo vana la rete dell’Andria sulla sirena. Nella gara casalinga contro il Monopoli, invece, l’Editalia raccoglie solo un punto. Ecco il pertugio che riapre tutto. E’ difficile, ma la matematica non ha ancora dato la sua dura sentenza.

L’Olympique per ottenere la promozione diretta ha solo un risultato a disposizione e dovrà centrarlo in casa della cugina della capolista, il Futsal Barletta, per poi arrivare al meglio allo scontro diretto decisivo dell’ultima giornata contro la stessa Editalia.

Giovanni Zaccaria ringrazia i suoi elettori. “Grazie 1500 volte”

L’avvocato Giovanni Zaccaria ringrazia gli elettori che lo hanno sostenuto nella competizione delle primarie del centrodestra.

Giovanni Zaccaria è stato sconfitto da Guglielmo Cavallo nella competizione di ieri per poco più di 500 preferenze.

Ecco il suo messaggio ai suoi elettori

Sapevamo di ingaggiare un confronto sulla carta impossibile. Lo abbiamo fatto con coraggio e un pizzico di follia, di sana follia. Diceva qualcuno “la destra o è coraggio o non è”. Parafrasando, aggiungo che la politica o è coraggio o non è. Il coraggio delle nostre idee, delle nostre passioni ha portato alle primarie – elezioni non istituzionali ma facoltative- più di 1.500 persone.

Una truppa di “soldati” armati di buona volontà, uniti solo dal desiderio di rinnovare la politica e darle slancio e determinazione, ha avuto il coraggio di confrontarsi con tutta la classe dirigente degli ex amministratori.

Ai complimenti a Guglielmo Cavallo, aggiungo un sincero ringraziamento alle persone che mi hanno sostenuto da vicino in questa bella esperienza, un patrimonio di risorse umane che mi ha arricchito e inorgoglito. Agli elettori dico non grazie mille, ma GRAZIE 1500“.

Primarie, ecco le parole del vincitore Guglielmo Cavallo. Il Video.

Ecco le prime parole di Guglielmo Cavallo dopo la vittoria delle primarie del centrodestra.

Festa della democrazia ad Ostuni per le primarie di centrodestra. Un successo di partecipazione per scegliere il candidato sindaco per la prossima competizione elettorale, le amministrative 2019. L’avvocato Guglielmo Cavallo, sarà il candidato sindaco del centrodestra ad Ostuni.

Cavallo ha ottenuto il lascia passare dai cittadini che hanno votato, l’ex vice sindaco ha ottenuto il 57,3% delle preferenze (2029) mentre il suo sfidante l’avvocato Giovanni Zaccaria si è attestato al 42,7% (1513).

Ecco le parole di Guglielmo Cavallo dopo la vittoria di ieri.

 

Rapina alla Credem di Ostuni, in due fuggono con il bottino

Due rapinatori sono entrati in azione dopo che il portavalori aveva lasciato l’istituto Credem in via Giovanni XXIII.

Banditi nella filiale di Ostuni della banca Credem, nella frequentatissima via Giovanni XXIII. Il colpo è stato portato a segno poco dopo le 10,30 da due soggetti con i volti coperti da passamontagna e armati di taglierino, che si sono fatti consegnare le banconote disponibili agli sportelli, circa 5mila euro secondo le prime notizie. Quindi la fuga. Non ci sono stati feriti perché il personale della banca ha eseguito le disposizioni prescritte per queste situazioni.

Sul posto sono arrivate poco dopo pattuglie del commissariato di Ostuni e della stazione carabinieri. E’ probabile che i rapinatori siano fuggiti utilizzando il vicinissimo svincolo per le provinciali che conducono a Ceglie Messapica e Francavilla Fontana, ma anche a numerose contrade di campagna.

Via Giovanni XXIII infatti pur essendo una strada trafficata e vicina al polo degli istituti superiori, è nel contempo periferica. Le ricerche sono già in corso, anche sulla base delle testimonianze raccolte sul posto.

Guglielmo Cavallo vince le primarie, sarà lui il candidato sindaco della coalizione di centrodestra.

Guglielmo Cavallo vince le primarie del centrodestra ad Ostuni e sarà il candidato della coalizione alle prossime amministrative.

Festa della democrazia ad Ostuni per le primarie di centrodestra. Un successo di partecipazione per scegliere il candidato sindaco per la prossima competizione elettorale, le amministrative 2019. A contendersi la candidatura a primo cittadino della Città di Ostuni due gli sfidanti: Guglielmo Cavallo e Giovanni Zaccaria. L’ex vicesindaco Cavallo è stato sostenuto da Forza Italia, Direzione Italia, Partito delle Aziende, Popolo della Famiglia e Obiettivo Comune; Zaccaria invece, ha ricevuto l’appoggio delle liste civiche Ostuni Tricolore, Ostuni Futura e di Fratelli D’Italia.

Durante tutte le operazioni di voto, sono state diverse le personalità politiche presenti nei pressi del seggio, l’on. Mauro D’Attis, la coordinatrice provinciale di Forza Italia Laura De Mola, l’ex sindaco di Fasano Lello di Bari e l’ex senatore Vittorio Zizza.

Alle 22.00 alla chiusura dei seggi allestiti in biblioteca comunale, sono 3599 i votanti che si sono recati nella struttura di via Francesco Rodio.

Il trend si è subito visto dall’inizio e l’avvocato Guglielmo Cavallo ha ottenuto il lascia passare dai cittadini che hanno votato, sarà lui il candidato del centrodestra ostunese alle prossime amministrative 2019. L’ex vice sindaco ha ottenuto il 57,3% delle preferenze (2029) mentre l’avvocato Giovanni Zaccaria si è attestato al 42,7% (1513).

Intanto c’è da segnalare ed essere felici dell’ottimo risultato per il centrodestra ostunese che dimostra di essere vivo e vivace – sottolinea ai nostri microfoni Guglielmo Cavallo dopo la vittoria – Un mio risultato lusinghiero che apre un momento di responsabilità nella definizione della coalizione che spero possa aprirsi anche ad altre forze politiche. Onore al mio avversario e i suoi sostenitori che si sono battuti con determinazione”.

Martedì 19 marzo 2019, Guglielmo Cavallo alle 14.30 sarà ospite di Flavio Cellie a CoffeBreak su OstuniNotizie.it.

Seggi chiusi per le primarie del centrodestra. Al via lo scrutinio. Qui gli aggiornamenti.

Seggi chiusi in biblioteca, al via lo scrutinio. Chi sarà il candidato sindaco del centrodestra ostunese? Guglielmo Cavallo o Giovanni Zaccaria?

Festa della democrazia ad Ostuni per le primarie di centrodestra. Un successo di partecipazione per scegliere il candidato sindaco per la prossima competizione elettorale, le amministrative 2019.

A contendersi la candidatura a primo cittadino della Città di Ostuni due sfidanti: Guglielmo Cavallo e Giovanni Zaccaria. L’ex vicesindaco Cavallo è sostenuto da Forza Italia, Direzione Italia, Partito delle Aziende, Popolo della Famiglia e Obiettivo Comune; Zaccaria invece, ha l’appoggio delle liste civiche Ostuni Tricolore, Ostuni Futura e di Fratelli D’Italia.

Durante tutte le operazioni di voto, sono state diverse le personalità politiche presenti nei pressi del seggio, l’on. Mauro D’Attis, la coordinatrice provinciale di Forza Italia Laura De Mola, l’ex sindaco di Fasano Lello di Bari e l’ex senatore Vittorio Zizza oltre agli ex amministratori del comune di Ostuni.

Alle 22.00 alla chiusura dei seggi allestiti in biblioteca comunale, sono 3599 i votanti che si sono recati nella struttura di via Francesco Rodio.

Aggiornamenti in tempo reale sullo scrutinio.

ORE 23.57. GUGLIELMO CAVALLO VINCE LE PRIMARIE CON 57,3% PREFERENZE OTTENUTE 2029. ZACCARIA IL 42,7% PREFERENZE 1513. 

Ore 23.45. Chiusa la postazione n.3 Cavallo 507 preferenze, Zaccaria 341 preferenze.

Ore 23.40. Chiusa la postazione n.4 Cavallo 524 preferenze, Zaccaria 428 preferenze.

Ore 23.15. Prosegue lo scrutinio. Guglielmo Cavallo è ad un passo dalla conferma.

Ore 23.00. Si va verso la fine dello scrutinio per le elezioni primarie del centrodestra ad Ostuni e l’avvocato Guglielmo Cavallo conferma il suo trend positivo di consensi. Nella prima postazione scrutinata (sezione 2) Guglielmo Cavallo ha ottenuto 468 preferenze mentre Giovanni Zaccaria ha ottenuto 314 preferenze. Nulle 13, Bianche 6.

Ore 22.50. A quasi metà delle scrutinio il divario è minimo il divario tra Cavallo e Zaccaria.

Ore 22.40. Riprendono le operazione di scrutinio e Cavallo continua ad essere in vantaggio su Zaccaria 58% a 42% su 1000 schede scrutinate.

Ore 22.30. Le operazione di scrutinio si spendono momentaneamente per un malore ad uno degli scrutatori presenti.

Ore 22.20. Prime 200 schede scrutinate in vantaggio di 30 voti Guglielmo Cavallo.

Ore 22.10. Seggi chiusi nella biblioteca di Ostuni. L’affluenza è di 3599 votanti. Per regolamento interno agli organizzatori, assistono allo scrutinio i due candidati Guglielmo Cavallo e Giovanni Zaccaria, gli ex consiglieri Giuseppe Francioso e Giuseppe Corona oltre agli scrutatori e la stampa.

 

Le notizie più lette