Ostuni Sava 3 ottobre 2021

Con il minimo sforzo gli jonici portano a casa la vittoria contro un Ostuni incapace di concretizzare.

Ancora nulla di fatto per l’Ostuni che, con la sconfitta di domenica fra le mura amiche contro Sava rimane fanalino di coda a zero punti insieme alla Virtus Mola.

I tarantini con il minimo sforzo espugnano il Nino Laveneziana di Ostuni e portano a casa i tre punti e la terza vittoria su quattro gare, mentre per i gialloblù purtroppo il quarto boccone amaro da ingoiare su quattro gare di campionato.

L’Ostuni si presentava alla gara con il nuovo tecnico Luciano Bruni in panchina che in settimana ha sostituito Angelo Serio e con le intenzioni di fare i primi punti della stagione, mentre gli ospiti guidati dall’ex Caruso con il chiaro intento di fare bottino pieno. La gara iniziava senza grandi emozioni, ma al 4’ minuto gli ospiti provano a rendersi pericolosi con Zaccaria che con un pallonetto prova a sorprendere Schina ma il portiere gialloblù neutralizza il pericolo. Successivamente è sempre l’esterno tarantino a mettere in difficoltà i padroni di casa e al 14’ con un pallonetto porta in vantaggio gli ionici dopo una corta respinta dell’estremo difensore di casa. L’Ostuni accusa il colpo non riuscendo a reagire se non al 22’ minuto con il solito Faccini che su calcio piazzato trova la barriera ospite a deviare il tiro. Sempre con Faccini pochi minuti dopo impensierisce il portiere ospite con un tiro abbastanza velenoso.

Nella ripresa la musica non cambia, la gara si gioca prevalentemente a centro campo con gli ospiti a controllare e con l’Ostuni non in grado di impostare una azione pericolosa se non al 41’ con Nives che, con una penetrazione da sinistra cerca di impensierire il portiere ospite senza esito. Inutili i cambi del tecnico ostunese nella ripresa che non hanno prodotto alcun risultato. Tutto qui i secondi 45’ minuti di gara con i ragazzi di Mister Passariello che portano a casa i tre punti portandosi a soli tre punti dalla coppia di Testa Ugento-Martina a punteggio pieno, e per i ragazzi di Luciano Bruni tanto lavoro da fare in un campionato abbastanza difficile e sicuramente con interventi mirati da parte del tecnico gialloblù per sistemare le zone dove la squadra ha urgente necessità di interventi mirati.

Al temine della gara, queste le parole del tecnico gialloblù: “Credo che, abbiamo fatto una buona partita tenendo presente anche il valore degli ospiti essendo una squadra costruita per arrivare ai primi posti della classifica. Certo abbiamo concesso qualcosina all’inizio per qualche incertezza e per quell’intervento banale del portiere che ha portato loro al gol, però nel contesto la squadra si è comportata bene. Siamo un po’ sterili in avanti ma ho già parlato con la società e questa squadra ha bisogno almeno di tre elementi nei punti nevralgici. Oggi ho visto dei miglioramenti, una crescita e delle buone cose specialmente in fase difensiva dove abbiamo concesso pochissimo ad una formazione di alta classifica”.

Ora naturalmente sarà la società a dover soddisfare le richieste del Mister per rinforzare quei reparti così come indicato da Bruni ove necessita inserire elementi di esperienza per dare sicurezza e gioco perché questa squadra possa iniziare a venir fuori dalla zona retrocessione.

A cura di Domenico Moro