Un’emozione chiamata libro appuntamento con Monica Setta

Monica Setta Unemozione chiamata libro
Volantino Spazio Conad Mesagne

Sabato 30 luglio 2022, alle ore 21.00 nel Chiostro di Palazzo San Francesco, dialoga con la giornalista e scrittrice il consigliere regionale Fabiano Amati

Un nuovo appuntamento con la kermesse letteraria “Un’emozione chiamata libro”, sabato 30 luglio 2022 alle ore 21.00 nel chiostro di Palazzo San Francesco ad Ostuni, si svolgerà la presentazione del libro di Monica Setta dal titolo “Italia, domani. Economia, famiglia e conflitti. Il futuro (felice) spiegato ai figli” – edito da Rai Libri. Nel talk show la giornalista e scrittrice dialogherà con il consigliere regionale Fabiano Amati, presidente della commissione bilancio della Regione Puglia.

L’evento è organizzato dall’associazione “Una valle di libri” con la direzione artistica di Flavio Cellie e il contributo del comune di Ostuni – Ufficio Cultura e il supporto de “La bottega del libro”, la produzione dell’evento è a cura della New Music Promotion, partner dell’iniziativa Apulia Web TV e Radio Enjoy. Un’emozione chiamata libro è una manifestazione che si svolge ininterrottamente nella Città Bianca da 26 anni.

Il Libro. La pandemia ha cambiato il mondo. E la guerra in Ucraina, scoppiata il 24 febbraio scorso alle 4 ora italiana, con l’invasione del Paese da parte delle truppe del leader russo Vladimir Putin, ha messo ancor più a rischio la pace e la sicurezza di tutti noi. Le relazioni, il lavoro, la visione del futuro: tutto si è profondamente modificato, quasi in tempo reale, sotto gli occhi dei nostri figli che per due anni hanno vissuto il virus dalla stanza di casa senza abbracci, con molta didattica a distanza (DAD) e oggi osservano, sconcertati, gli sviluppi quotidiani di questa nuova guerra.

Oltre al Covid e al conflitto in Ucraina, per noi europei è arrivato il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) che è destinato a disegnare, comunque, un nuovo sistema Paese Italia.

Monica Setta, giornalista e conduttrice Rai, narra, attraverso le storie dei ragazzi e le testimonianze esclusive di ministri del governo Draghi e di leader politici, il destino di una nazione in bilico tra pandemia, guerra e rinascita, tracciando il profilo di una generazione che sta cercando un modo diverso di confrontarsi con i valori e il mondo degli adulti. È la generazione della pandemia e delle guerre che la Setta porta in Tv su Rai 2 ogni sabato con la sua trasmissione “Generazione Zeta. Storie dei nostri figli”, per dare un messaggio di speranza. Perché, malgrado le emergenze, i conflitti e le enormi incertezze, i nostri ragazzi conservano qualcosa di molto importante: la fiducia nei valori essenziali come l’amore, la condivisione e la solidarietà.