Da Ostuni un piano di tutela della via Francigena del Sud

francigena
francigena
Volantino Spazio Conad Mesagne

Dal 24 al 26 agosto Ostuni è stata tappa del Seminario itinerante di studio sulla via Francigena del Sud. La Via Francigena unisce da oltre mille anni l’Europa del Nord alla Terra Santa, l’Occidente all’Oriente, il cristianesimo alle altre religioni. Un itinerario culturale e spirituale sui passi dei viandanti e dei pastori che percorrevano i tratturi della Transumanza tra antichi insediamenti rurali, piccole cappelle, segni indelebili di un territorio la cui vocazione ha sconfitto il paganesimo in tempi ormai lontani.

Il prof. Virginio Bettini ha guidato settata studenti dei corsi di analisi e valutazione ambientale ed ecologia del paesaggio dell’Istituto Universitario Architettura di Venezia, completando quanto iniziato nel 2000 con il Cammino di Santiago di Compostela e proseguito con tappe annuali che hanno portato gli studenti fino a Canterbury e, infine, a percorrere la via Francigena del Sud, da Roma fino a Brindisi.

I novelli pellegrini sono arrivati ad Ostuni il 24 agosto accolti dal Sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola e coinvolti gioiosamente dal gruppo folk Lu Barcarulu. Muniti di sacchi a pelo, sono stati ospitati in una masseria privata e nel Pala Celeste, grazie alla preziosa collaborazione dei dirigenti della Pallavolo 2000. Nel corso della breve permanenza, hanno visitato il Palazzo di Città, il rione Terra, il Museo civico archeologico, la Grotta di Santa Maria di Agnano e il Parco delle Dune costiere.

Nella mattinata del 25, nel chiostro di Palazzo S. Francesco, gli ospiti hanno incontrato il Sindaco Coppola, il vice sindaco Cavallo, l’assessore Pinna e il dirigente dell’UTC Melpignano per un confronto sulla possibilità di tutelare e valorizzare il tratto della via Francigena che interessa Ostuni.

L’obiettivo concordato è quello di redigere un Piano di tutela della Francigena e di altre “Vie senza tempo” presenti sul territorio”.

Continua a leggere su OstuniNotizie.it