E’ una tappa fondamentale nel percorso del brand che si potrebbe definire “open source”, aperto alle suggestioni dell’arte e della cultura per creare un design in continua evoluzione.

Si parte da 250 metri quadrati di spazio multiforme dedicati al design “in progress” per il complemento d’arredo metallico: non sarà soltanto un punto vendita dove acquistare i prodotti di Officine Tamborrino e di altri brand selezionati, ma anche un centro culturale aperto a iniziative e sinergie con il mondo dell’associazionismo di ogni latitudine.

E’ prevista inoltre una tavola rotonda aperta al pubblico sul tema: “Identità locali e linguaggi globali. Il design strategico, progetto e leva per l’internazionalizzazione”. Accademici, giornalisti di settore, imprese e designers si confronteranno sulle prospettive di sviluppo del Made in Italy, in uno scenario dove stili e visioni continuano a fondersi in maniera imprescindibile.

In questa occasione speciale verrà  presentata, per la prima volta al pubblico, l’imponente installazione  “Das Leben” dell’artista Caio Gracco ideata e costruita nello spazio di produzione di Scaff System, marchio madre di Officine Tamborrino. Dai nastri di lamiera l’artista fa riemerge le sue forme plastiche, corpi che si muovono e intrecciano. Un materiale inerte, come l’acciaio, attraverso l’intervento e l’elaborazione di Gracco, acquista una dimensione altra, viva, in movimento.

Molti altri i momenti che attraverseranno questa inaugurazione, che si presenterà come una vera e propria festa per il primo anno di Officine Tamborrino.

Le scommesse e le sinergie che hanno contraddistinto questo primo anno del brand verranno raccontate nel video “ Feeding Creativity” prodotto da presentecontinuo e montato da Silvana Padula.

Una lunga serata densa di appuntamenti e momenti di condivisione aspetta questo taglio del nastro del primo design store  nella città bianca.