Michele Dotti presenta ‘Sbagliando non si impara’

Volantino Spazio Conad Mesagne

Domani sera alle ore 19 presso il Green House a Giovannarolla, sarà presentata l’ultima fatica letteraria di Michele Dotti “Sbagliando non si impara”(EMI Editrice Missionaria Italiana).”Se fosse vero che sbagliando si impara, come ci hanno sempre ripetuto, dovremmo essere tutti perfetti! Invece continuiamo a ripetere ogni giorno gli stessi errori, senza neppure troppa fantasia. Questo accade perché in realtà è solo dai successi che nasce il cambiamento, a tutti i livelli: personale, sociale, culturale… Questo libro ci mostra come imparare a riconoscerli, crearli e replicarli, come farne insomma una regola nella nostra vita, anziché una eccezione.” Michele Dotti,educatore e formatore, attivo da molti anni sui temi dell’intercultura, dei diritti e della pace dialogherà con l’avv.Giusy Santomanco. Dotti, già autore de “L’Anticasta” e di “Non è vero che tutto va peggio”, scritto con l’amico Jacopo Fo, in questo nuovo volume analizza e smonta i luoghi comuni più conosciuti per poi riempirli di significato positivo. È così che nascono «Chi fa da sé fa per sé»,«Ognuno è perfetto» e «Prima il piacere, insieme al dovere», che puntano a sottolineare come la collaborazione e la forza della collettività “ci fanno raggiungere risultati altrimenti impossibili, che la diversità è all’origine della scoperta di se stessi e che i nostri comportamenti possono essere facilmente cambiati se associati a delle esperienze positive”. Nel libro Dotti affronta anche un altro aspetto, quello della “buona informazione”e sottolinea come “il ruolo dell’informazione di cui disponiamo, è davvero decisivo. Esso può infatti orientarci all’impegno e alla partecipazione oppure, al contrario, farci rinchiudere in noi stessi e nella rassegnazione“. La maggior parte dei mass-media riporta prevalentemente cattive notizie ed è forse per questo che sono al primo posto nella classifica delle principali cause di ansia secondo Eurodap (Associazione Europea Disturbo da Attacco di Panico). Al contrario, le buone notizie -intese come notizie che presentano atti di coraggio, bontà o esempi positivi da seguire- sono in grado di suscitare emozioni positive.Michele Dotti collabora col Fatto Quotidiano.it e con diverse riviste educative e del mondo della solidarietà.

Angela Anglani

Continua a leggere su OstuniNotizie.it