E’ uscito “La casa sul fiume” il nuovo romanzo di Gianluca Arrighi

La Casa sul Fiume - Gianluca Arrighi
Volantino Spazio Conad Mesagne

Il libro presto diventerà un film internazionale prodotto da Vargo Film, che ha già acquisito i diritti cinematografici dell’opera.

Sarà molto probabilmente il giallo dell’estate e sarà presentato in anteprima per la Puglia durante la rassegna letteraria “Un’emozione chiamata libro” che si svolgerà a luglio ad Ostuni. Stiamo parlando de “La casa sul fiume” di Gianluca Arrighi, il romanzo giallo, edito da Edizioni MEA, nelle librerie dallo scorso 17 Giugno. Il libro presto diventerà un film internazionale prodotto da Vargo Film, che ha già acquisito i diritti cinematografici dell’opera.

Gianluca Arrighi, avvocato penalista di successo, è considerato uno dei maestri del thriller italiano e ancora una volta, costruisce un romanzo appassionante e carico di tensione, regalando ai lettori momenti di grande suspense in un thriller dalla narrazione coinvolgente. Un destino inesorabile lega le vite di due perfetti sconosciuti. Un importante avvocato ed una donna assetata di vendetta sono i protagonisti di questo romanzo adrenalinico ricco di suspense dove il tormento dell’anima non ha tregua.

Biagio Martini è un avvocato di successo, ma ha paura dei temporali e di notte, al buio, gli incubi della sua infanzia tornano a gelargli il sangue. I ricordi di ciò che avvenne nella vecchia casa sul fiume, quando era bambino, gli corrodono l’anima. Agata Rubino, invece, è una donna coraggiosa, non teme nulla e dà la caccia all’uomo che le ha distrutto la vita. Nella sua mente c’è posto solo per la vendetta. Biagio e Agata non si conoscono, non si sono mai incontrati. Non sanno che i loro destini stanno per intrecciarsi indissolubilmente.

Un nuovo romanzo, molto atteso dai i suoi lettori, cosa ci può anticipare senza svelare?

A differenza delle attuali tendenze editoriali che, soprattutto in materia di gialli e noir, optano sempre più spesso per la serialità, “La casa sul fiume” è un libro autoconclusivo, con una storia, cioè, che non prevede alcun prosieguo. Per le anticipazioni sulla trama è ancora presto, posso soltanto dire che i protagonisti saranno una donna e un uomo ossessionati dal passato e che vedranno i loro destini intrecciarsi inesorabilmente, tra continui colpi di scena e capovolgimenti di fronte.

Libri e film due mondi separati, ma quanto è soddisfatto della scelta della Vargo Film che ha già acquisito i diritti cinematografici del romanzo?

Direi di no. Libri e film sono due mondi separati che, seppur talvolta collegati tra loro, devono sempre rimanere distinti. Se si guarda un film tratto da un romanzo con l’aspettativa di rivivere le stesse e identiche emozioni trasmesse dalla lettura, si rimarrà inevitabilmente delusi. Il libro, per sua natura, regala ai lettori una maggiore complessità della storia, lasciando spazio alla fantasia di ognuno nel plasmare personaggi e ambientazioni. Tutto ciò non può accadere in un film, dove volti e scene vengono imposti dal regista. Libri e film hanno presupposti differenti: i primi utilizzano la scrittura, e quindi la lettura; i secondi, invece, utilizzano immagini e sonoro, quindi la vista e l’udito.

Lei è molto frequentatore dei social, con i suoi 30 mila “seguaci”, quanto è importante frequentare il mondo digitale e confrontarsi coni i lettori attraverso la rete?

È sicuramente un piacere. Curo in prima persona le mie pagine social, cercando sempre di rispondere a tutti. Senza i lettori, d’altronde, uno scrittore non avrebbe ragione di esistere.

Tra le opere di Gianluca Arrighi, i romanzi “Crimina romana” (Baldini&Castoldi), “Vincolo di sangue” (Baldini&Castoldi), “L’inganno della memoria” (Nord), “Il confine dell’ombra” (Centoautori), “Sulle orme del brivido” (Edizioni MEA).

Continua a leggere su OstuniNotizie.it