Nella Città Bianca tutto esaurito in attesa del “Nuovo Anno”.

Il trend dei flussi turistici, nella città di Ostuni per gli ultimi giorni del 2015, è confermato, anche quest’anno: strutture piene a Capodanno, occupazione che supera di poco il 50% a Natale. Non mancano però, le eccezioni positive, con alberghi sulla costa che hanno fatto registrare numeri importanti, anche, per il 25 dicembre. Capodanno 2016, però – a detta di molti operatori – sarà ricordato come l’anno del “mordi e fuggi”. Numerose infatti sono le richieste giunte per alberghi, b&b e case vacanze solo per una notte: «La domanda per soggiorni durante il periodo del 31 dicembre anche quest’anno supera di gran lunga quella per il periodo natalizio. Resta sempre – afferma Andrea Flore direttore delle vendite dell’Hotel “La Terra” e agenzia turistica Todo Modo Multisolution Travel – una diversa propensione da parte dei turisti a soggiornare in questi due periodi. A differenza dello scorso anno dove si è riscontrata una durata media di soggiorno di 2 notti, quest’anno la maggioranza delle richieste è per la sola notte del 31». Di richiamo anche lo spettacolo in programma, questa sera, in Piazza della Libertà. «I vari eventi che sono stati organizzati dall’amministrazione comunale – dichiara Flore – hanno sicuramente aiutato il nostro settore. Bisognerebbe continuare su questa strada e attuare sempre di più politiche di incoming mirate alla sospirata destagionalizzazione».

POTRESTI ESSERTI PERSO: