Ha fatto tappa anche nella Città bianca, il tour di Virtuoso il network più importante nel segmento turistico di eccellenza.

A bordo di diverse auto d’epoca buyer di ogni nazione hanno sostato in piazza della Libertà, accolti dal sindaco Gianfranco Coppola, che alla vigilia di questo appuntamento, aveva riconosciuto l’importanza di questo evento per continuare il percorso di Ostuni, all’interno di questa fascia alta di turismo internazionale. I delegati di Virtuoso resteranno in Puglia fino a domani, e sono accompagnati nelle loro varie esperienze dal gruppo San Domenico Hotels che li ha invitati a Borgo Egnazia e alla Masseria San Domenico.

Ostuni agenti viaggio Virtuoso  8 novembre (8)Il programma Virtuoso è frutto della collaborazione di enti e istituzioni, di varie realtà pugliesi, tra cui anche Ostuni. Ieri un viaggio nel passato con le auto d’epoca tra le bellezze della Città bianca e di Alberobello: «E’ stata questa una grande opportunità per far conoscere la ricchezza delle nostra terra in termini di risorse ambientali, culturali, storiche e agroalimentari – ha sottolineato l’assessore al turismo del comune di Ostuni Nicky Maffeied una bella occasione di promozione della nostra destinazione turistica nei confronti di tour operators di tutto il mondo». Il rappresentante della giunta Coppola Certo sottolinea da un lato la caratura internazionale dell’evento, dall’altra la necessità della realtà ostunese di affacciarsi a questi nuovi potenziali fruitori e promotori del territorio:  «Il segmento in cui opera Virtuoso è di fascia alta e di lusso e,rispetto ad esso, Ostuni non è ben posizionato per le politiche di sviluppo adottate nel passato. Ma – continua l’assessore Maffei – grazie ad imprenditori lungimiranti e a scelte amministrative recenti come quella di masseria “Le Taverne”( qui potrebbe nascere un resort di eccellenza, sul modello di quanto avvenuto nel recente passato a Savellentri, grazie ad un gruppo asiatico Ghm ndr) , credo che il gap potrà essere ridotto se supportato adeguatamente dall’azione amministrativa». L’assessore con delega al turismo punta alla concertazione per aprire nuove frontiere di sviluppo in campo turistico: «Da parte mia intendo perseguire una strategia integrata che metta in rete tutti gli attori della destinazione con una visione collaborativa a medio-lungo termine che consenta a Ostuni di crescere – conclude Maffei – come destinazione attraverso una diversificazione della sua offerta in più direzioni»

POTRESTI ESSERTI PERSO: