L’apertura al confronto ed a ogni possibile iniziativa è totale. Ostuni e Matera da ieri mattina possono considerarsi più vicine. La soddisfazione nei volti negli imprenditori e negli amministratori della città bianca, dopo l’incontro con il primo cittadino di Matera “Capitale europea della cultura” 2019, Salvatore Adduce, lascia trasparire l’entusiasmo e la voglia di chi vuole portare avanti progetti ed idee importanti, innovative e strategiche per lo sviluppo della città di Ostuni. L’evento di carattere internazionale, che vedrà al centro il capoluogo lucano, può e deve diventare un’opportunità importante anche per un centro vicino e già apprezzato anche a livello internazionale, come Ostuni: è questa la considerazione dei diversi imprenditori della città bianca, dopo l’incontro con il primo cittadino materano. Una sfida lanciata dagli operatori economici e raccolta dal sindaco Gianfranco Coppola, che in pochi giorni è riuscito a convocare ed organizzare la riunione informale, ma ricca di contenuti, tra il sindaco Adduce ed affermati imprenditori ostunesi. “Se abbiamo ottenuto questo prestigioso successo è perché sin dal primo momento abbiamo creduto e sposato l’idea, risulta vincente, che solo attraverso l’unione di più forze e più eccellenze, al fianco di Matera, il nostro sogno sarebbe potuto diventare realtà. Per questo – afferma il sindaco della “Città dei Sassi” Adduce – da parte nostra c’è tutta la massima disponibilità a valutare progetti e convergenze con Ostuni e con tutte le sue forze imprenditoriali”. Entusiasmo anche nelle parole del sindaco della città bianca Gianfranco Coppola: “Appena ho ricevuto le richieste degli imprenditori, spinti da una grande voglia propositiva di valutare questa opportunità, ho chiesto personalmente al sindaco Adduce un primo confronto. Ora per dare anche continuità a quanto emerso oggi, dovremmo con gli operatori del settore ed i vari rappresentati di società civile e movimenti culturali della città, iniziare concretamente, con progetti e sviluppi di idee, a dare avvio a questa sinergia con la città di Matera”. C’è voglia di accelerare i tempi nella città bianca: l’occasione è di quelle da non lasciarsi sfuggire e così  presto sarà attivata una piattaforma digitale (www.materaostuni.com) con proposte, progetti e piani lavoro per attuare la sinergia. Ma la voglia della comunità ostunese di diventare protagonista di questa evento è testimoniata, anche,  dal fatto che nei prossimi giorni potrebbe esserci un l’incontro con Joseph Grima, direttore artistico del progetto “Matera 2019”. Licio Tamborrino, affermato imprenditore ostunese nel campo del design progettuale, ma non solo, in rappresentanza anche di diversi movimenti culturali, durante l’incontro ha voluto sottolineare i punti di forza che potrebbero accumunare le due città. Aspetti culturali, turistici, ma anche legati a settori nuovi, come appunto il design: in questo campo l’apertura di una scuola internazione di design nel capoluogo lucano, e la presenza di eccellenze ad Ostuni proprio in questo settore, potrebbero rendere naturale ogni tipo di sinergia. Legata alla possibile intesa tra le due città anche una crescita dell’offerta turistica. Il presidente provinciale di “Federlaberghi” Brindisi Pierangelo Argentieri, intervenuto anch’esso alla riunione insieme ad altri imprenditori turistici della zona, ha messo in risalto l’importanza strategica che potrebbe assumere la città di Ostuni, come tappa culturale intermedia, prima di giungere a Matera. In questa direzione si andrebbero a realizzare offerte e pacchetti turistici, creati direttamente tra gli imprenditori del settore dei due centri.

POTRESTI ESSERTI PERSO: