Ostuni Centro Storico
Ostuni Centro Storico
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Quattro serate e quattro libri, il 29, 30 e 31 agosto e il 1 settembre, per “Lo Scudo”, il mensile cattolico ostunese che è entrato nel centesimo anno di pubblicazione ininterrotta.

Fin dalle sue origini “Lo Scudo” ha sostenuto la lettura e l’interesse verso la poesia, la narrativa, la saggistica di autori locali, ma che molto spesso hanno respiro nazionale e resistono nel tempo.

Così, grazie alla collaborazione del Comune di Ostuni, è stato organizzato, in quattro sere, nel Chiostro del Comune, alle 20.30, un piccolo Festival della Lettura, con libri diversissimi e tutti interessanti: si parte, sabato 29, con “Proverbi, modi di dire e curiosità di Ostuni” di Rosario Santoro, pubblicato da “Lo Scudo” in giugno; il volume, sostenuto anche da UNITRE e Villaggio SOS, riporta in quattrocento fittissime pagine, riccamente illustrate, una serie infinita e godibilissima di espressioni, riferimenti, parole che hanno accompagnato e continuano ad accompagnare la vita, le ricorrenze e soprattutto il lavoro, spesso durissimo, di generazioni di ostunesi.

Segue, domenica 30, “Dammi la mano” di Maria Colacicco Menna, la storia di un amore e dei legami che caratterizzano ciascuno di noi e vanno oltre il tempo e le sue insidie, tessendo trame di eternità in ogni attimo della nostra vita.

Lunedì 31 Dino Ciccarese propone: “La vita in una notte-60 anni di piccola e grande storia” un racconto in forma di diario che è anche un saggio su come è cambiata la nostra società tra il 1940 e il 2000. Il volume si propone anche di sollecitare l’attenzione verso i beni culturali ostunesi (in particolare il recupero del Calvario) attraverso la collaborazione con varie associazioni e con il comitato che già anni fa lanciò progetti per il riuso dello storico monumento.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Martedì 1 settembre, l’illustre cardiologo Francesco Maria Bovenzi, ostunese che opera a Lucca, propone “La strada del coraggio-Parabola di un virus” volume che racconta la buia fase iniziale della pandemia così come è stata vissuta sul campo, in un periodo che si spera non abbia più a replicarsi (ma ciò richiede appunto, attenzione, rispetto verso gli altri e coraggio).

In ogni serata vi saranno interventi, letture, spunti musicali e immagini per accrescere l’attenzione verso la produzione saggistica, storica, narrativa e di attualità dei “nostri” autori.

POTRESTI ESSERTI PERSO...