Cala il sipario su “ALìA – OSTUNI INTERNATIONAL FOLK FESTIVAL” registrando la presenza del pubblico delle grandi occasioni, che ha invaso Piazza della Libertà fino a tarda notte.

Il Video Servizio

Il Gruppo Folk Città di Ostuni si conferma protagonista assoluto degli eventi artistici ostunesi con una manifestazione culturale che ha saputo amalgamare le culture popolari della Cecenia, Sudafrica, Perù, Cina e Italia.

150 artisti in abito tradizionale hanno dapprima coinvolto il pubblico di tutto il centro storico con un corteo colorato e ritmatico, incontrandosi successivamente sul palco allestito in Piazza della Libertà.

Ha aperto le danze il Gruppo Folk Città di Ostuni, in rappresentanza dell’Italia, come sempre molto apprezzato dal pubblico presente. A seguire lo spettacolo del gruppo Sudafricano che ha letteralmente generato il delirio in Piazza della Libertà con i ritmi incalzanti dei tamburi, le pericolose acrobazie degli uomini e del bel canto femminile.
In seguito si è esibito il gruppo proveniente dalla Cecenia, con uno spettacolo molto apprezzato dal pubblico, che si è caratterizzato per la leggiadria femminile e l’imponenza delle danze guerriere degli uomini.

Quarto gruppo ad esibirsi sul palco di ALìA è stato quello proveniente dal Perù, che ha fatto conoscere al pubblico la particolare “Danza de las Tijeras”, la danza delle forbici peruviane, un rito per omaggiare la Madre Terra ed il Dio Sole. Il gruppo cinese chiude la manifestazione con uno spettacolo affascinante della cultura popolare del Sud della Cina.

Durante il Festival, il presentatore Francesco Pecere ha dato spazio agli interventi del Sindaco del Comune di Ostuni Avv. Guglielmo Cavallo e all’Assessore alle Attività Produttive Geom. Luca Cavallo, che hanno rimarcato lo straordinario lavoro organizzativo svolto dal Gruppo Folk Città di Ostuni per dare vita ad una manifestazione di così ampio respiro che è stata capace di riempire la Piazza in maniera costante fino a tarda notte. Un evento culturale sul quale puntare ed investire ancora maggiori risorse, in vista della decima edizione del 2020.

Non è mancato un momento dedicato al Direttore Artistico Antonio Greco, che sul palco di ALìA ed alla presenza di migliaia di spettatori ha voluto condividere la gioia dell’ultimo riconoscimento ricevuto, l’ Oscar Mondiale del Folklore, che conferma lo straordinario lavoro che il Gruppo Folk Città di Ostuni sta facendo per portare in alto in nome di Ostuni nel mondo.

Il festival si è concluso con tutti i gruppi partecipanti sul palco che dopo aver intonato l’inno internazionale del folklore, sono scesi tra il pubblico ballando tutti insieme. Un finale davvero eccezionale che chiude la più bella edizione di ALìA, e che porta subito a pensare alla prossima, la decima!

Il Gruppo Folk Città di Ostuni ringrazia di cuore tutti i sostenitori e gli spettatori che hanno reso magica la serata, nonché il Sindaco Guglielmo Cavallo e l’Assessore alle Attività Produttive Luca Cavallo per aver creduto, sostenuto e incentivato la manifestazione e per aver onorato della loro presenza sia durante la fase di organizzazione che nel corso di tutta la durata dell’evento.

Appuntamento ad AGOSTO 2020 per la 10° edizione!
VIVA ALìA!
VIVA IL POPOLO DEL FESTIVAL!
VIVA OSTUNI!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.