Oggi, lunedì 17 settembre suona la prima campanella dell’anno scolastico 2018-2019, ma per gli studenti delle classi prime del Liceo Classico “Antonio Calamo” non sarà ancora l’ora di sedere tra i banchi. Come di consueto, da alcuni anni a questa parte, infatti, i neo liceali saranno coinvolti in una serie di attività dedicate all’accoglienza.

Le attività proposte saranno in parte concentrate nei primi tre giorni di scuola, in parte destinate ad essere svolte nei mesi successivi, ma tutte rivolte a favorire il processo di crescita e di formazione dei nuovi studenti, oltre che a sviluppare il senso di appartenenza e promuovere attese positive per il futuro. Eloquente il titolo scelto: «Io, te, gli altri», per sottolineare che la costruzione dell’identità personale, snodo cruciale dell’adolescenza, è, in realtà, una co-costruzione, che non può che avvenire in un contesto di relazione.

«Il Progetto Accoglienza – spiega la Dirigente Scolastica, Annunziata Ferrara – s’inserisce in una più ampia prospettiva di didattica inclusiva, che vede impegnato in prima linea il Liceo “Calamo”. La relazione è la risorsa più preziosa per attivare processi inclusivi, che favoriscono e accompagnano l’apprendimento; fin dal primo giorno è necessario, dunque, incentivare e lavorare su collaborazione, cooperazione e clima di classe tra studenti e docenti».

Così, nei primi giorni, accompagnati dai docenti e dagli studenti più grandi, i neo liceali impareranno a conoscere i nuovi spazi di apprendimento e relazione in cui trascorreranno buona parte delle proprie giornate.

Ma la scuola non si rinchiude fra le proprie pareti, anzi, esce per far rete con gli altri centri di cultura e aggregazione sul territorio. Gli studenti, dunque, saranno coinvolti, grazie alla disponibilità dell’avvocato Michele Conte, in una visita guidata nel Museo delle Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale e nel Museo Diocesano, dove, grazie a laboratori appositamente pensati dai docenti, potranno recuperare la memoria del proprio passato.

A chiudere i tre giorni di accoglienza sarà la visita alla Biblioteca Comunale, dove la Direttrice, dottoressa Francesca Garziano, accompagnerà gli studenti alla scoperta dei tesori del Fondo Antico in un coinvolgente percorso sulla storia del libro, che va dal manoscritto al testo a stampa. Sarà anche l’occasione per presentare il programma dei Gruppi di Lettura, un’iniziativa che ha già riscosso notevoli adesioni, presentandosi come uno dei fiori all’occhiello della biblioteca cittadina.