Uno nessuno centomila Enrico Lo Verso
Uno nessuno centomila Enrico Lo Verso
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

A grande richiesta verrà riproposto il monologo teatrale “Uno, nessuno e centomila”, adattato dalla regista romana Alessandra Pizzi e magistralmente interpretato dall’attore siciliano Enrico Lo Verso.

Nella suggestiva cornice del Parco Archeologico di Santa Maria d’Agnano andrà in scena alle ore 21.30 di domenica prossima, 5 agosto, la replica dell’opera pirandelliana che racconta la lucida follia di Vitangelo Moscarda.

Prodotto dalla “Ergo Sum”, lo spettacolo è stato organizzato in collaborazione con il Comune di Ostuni, il Museo delle Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale e il Parco Archeologico.

Ospite da oltre un anno di alcuni tra i più importanti festival e teatri nazionali e internazionali, “Uno, nessuno e centomila” è senza dubbio una messa in scena mutevole in ogni contesto, nel rapporto empatico con il luogo e con chi ascolta che dà forma ad un personaggio, che è appunto uno, centomila o nessuno, tutti per la prima volta affidati al racconto di un’unica voce.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

«Il Vitangelo Moscarda interpretato da Lo Verso – spiega la regista Alessandra Pizzi – diventa uomo di oggi, di ieri, di domani. Il testo diventa critica di una società che oggi, come cento anni fa (quando il testo fu concepito), tende alla partecipazione di massa a svantaggio della specificità dell’individuo. Ma la sua è una critica volta a un finale positivo, la scoperta per ognuno di essere sé stessi, dentro la propria bellezza. In occasione del 150esimo anniversario della nascita di Luigi Pirandello, ho voluto dare vita a uno spettacolo teatrale tratto dall’ultimo romanzo dello scrittore di Girgenti, quello che riesce a sintetizzare il suo pensiero nel modo più completo. Pirandello stesso, in una lettera autobiografica, lo definisce come il romanzo “più amaro di tutti, profondamente umoristico, di scomposizione della vita”. Da qui l’idea di una nuova e originale messa in scena capace di ridisegnare il rapporto all’interno dello spazio scenico tra parola e gesto. Un unico testo narrativo per interpretazioni sempre diverse, affidate al racconto di Enrico Lo Verso. Un’interpretazione naturalistica, immediata, schietta, volta a sottolineare la contemporaneità di un messaggio universale, univoco, perenne: la ricerca della propria essenza dentro la giungla quotidiana di omologazioni».

La prevendita dei biglietti per gli spettacoli è disponibile online sul sito www.ciaoticket.it INFO: 327-9097113.

POTRESTI ESSERTI PERSO...