22552464 1401685676547162 6820361369986867942 n
22552464 1401685676547162 6820361369986867942 n
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Sabato 28 ottobre doppio appuntamento a Scuola e  a Hortus Puglia

Pietro Maroè è un ragazzo di vent’anni che vive sugli alberi. Ci è salito prima di cominciare a camminare e ora cura gli alberi monumentali di mezzo mondo. Li scala, li studia, li ama, parla con i rami (e i rami parlano con lui, giura).

“La timidezza delle chiome” racconta quello che succede in cima alle piante gigantesche che il nostro ha visitato dall’Australia ai nostri giardini addomesticati. Perché anche lì, senza che ce ne accorgiamo, si consumano guerre e amori: come quello rasoterra e imprevedibile tra la salvia e il pomodoro.

“La timidezza delle chiome”, però, non parla solo di alberi, parla anche di noi. Perché da quelle querce alte più di trenta metri il nostro guarda il mondo di sotto, il nostro mondo, quello di chi rimane a terra. E racconta cosa gli alberi ci possono insegnare, cosa ci servirebbe per vivere con la loro calma e capacità di adattamento. Pietro ci insegna qui come trovare una misura nuova per il nostro tempo: “Le piante sono lente, molto lente per la rapidità delle nostre vite. E mentre noi, impazienti del mondo di sotto, siamo incapaci di pensare con la misura dei secoli, loro ci vedono passare, ci guardano e sanno”.

Doppio appuntamento di Librinfaccia sabato 28 ottobre alle ore 10 “in classe” presso il plesso scolastico San Giovanni Bosco (Scuola Media Bosco – Orlandini) e alle ore 16 in Villa Comunale ad Ostuni “in orto” nell’ambito della due giorni a Hortus Ostuni – Mostra mercato dell’orto e del giardino.

Nel primo appuntamento l’autore dialogherà direttamente con gli alunni, mentre in orto dialogherà con l’autore la prof.ssa Giusy Pomes. L’organizzazione assicura diretta live sui profili social fb e instagram.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

#librinclasse #librinorto #maroè #latimidezzadellechiome

 

Librinfaccia. Un evidente gioco di parole che prende spunto dalla traduzione letterale del più famoso social network del mondo per ridare vita e diffusione al libro. E soprattutto il suo nome allude dichiaratamente al metterci la faccia, metterci impegno, e passione. Librinfaccia da oltre quattro anni seleziona e presenta libri che si articolano attorno alla cucina, ai giovani, alla politica, ai vizi e alle virtù del Paese.

POTRESTI ESSERTI PERSO...