Martedì 16 maggio alle ore 21.00 presso il Teatro Roma “L’alba di un​ nuovo giorno” scritto e diretto da Carlo Dilonardo con la collaborazione di Valentina Colucci e Roberta Romito.

di Angela Anglani

Nell’ambito del progetto di sensibilizzazione alla cultura della donazione degli organi, l’associazione di volontariato “Lo Sportello di Mattia” con il  patrocinio del Centro Nazionale Trapianti, del Centro Regionale Trapianti della Puglia (CRT), del comune ed altre istituzioni scientifiche nazionali (Società Italiana di Nefrologia e Fondazione Italiana del  Rene), porterà in scena martedì 16 maggio alle ore 21.00 presso il Teatro Roma “L’alba di un​ nuovo giorno” scritto e diretto da Carlo Dilonardo con la collaborazione di Valentina Colucci e Roberta Romito. Presenzieranno  Annalisa Minetti  in veste di  direttore artistico della rappresentazione e il direttore musicale, compositore ed esecutore degli arrangiamenti originali dei brani presenti nello spettacolo, il Maestro Antonio Palazzo .

Uno spettacolo che rientra in un progetto dedicato soprattutto ai ragazzi degli istituti scolastici ed  ha come filo conduttore la donazione degli organi e le emozioni e i sentimenti connessi a tale evento, in modo innovativo e coinvolgente. Sono state realizzate diverse repliche fra cui quelle al Teatro Verdi di San Severo, al Teatro Politeama di Palermo ed al teatro Mercadante di Altamura  e sono già in programmazione in altre città della Puglia come, Bari, Brindisi, Lecce e Taranto. Mina, Michele e Marco Tagliente, genitori e fratello di Mattia che circa 4 anni fa, a seguito di un gravissimo incidente stradale occorso il 16 maggio del 2013 nei pressi di Ostuni, dopo 2 giorni di coma, hanno patito la perdita di Mattia, fin  da subito si sono prodigati, con l’aiuto di parenti e amici, per cercare di mantenere vivo il suo ricordo e per portare avanti i suoi sogni e i suoi desideri.

Si è costituita cosi  un’associazione di volontariato denominata “Lo Sportello di Mattia” e in questi anni l’associazione ha realizzato, innanzitutto una serie di iniziative finalizzate alla sensibilizzazione alla cultura della donazione di organi attraverso l’arte (in particolare il teatro), oltre ad essere stati invitati a portare la testimonianza in diversi convegni sul tema. Nel frattempo Lo Sportello di Mattia è divenuto  un punto di ascolto e di <consulenza filosofica> gratuita e rivolto soprattutto, ma non solo, ai giovani che affrontano situazioni di fragilità esistenziali  di diverso tipo. Oggi si vuole trasmettere l’amore per la Vita, ed in questo caso l’emozione di una Vita che si dona e genera altra Vita.Per tutti coloro che volessero partecipare allo spettacolo, la prevendita dei biglietti avviene chiamando  il 339-6171000

POTRESTI ESSERTI PERSO: