Elena Stancanelli
Elena Stancanelli
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

È stato presentato durante la rassegna Librinfaccia, il libro di Elena Stancanelli, “La Femmina Nuda”.

Elena Stancanelli, quinta al premio Strega 2016, si è raccontata al microfono di Francesco Roma.

Anna ha più di quarant’anni e Davide, il suo fidanzato e convivente, l’ha lasciata. La sta lasciando. Se ne sta andando. Se n’è andato. Ciao.
Questa è una storia piuttosto banale, perciò è così mostruosamente immedesimabile: coppia agli sgoccioli, quarantenne molla compagna per donna più giovane. Come mai si ripete sempre così identica? Bah. Saremo noi a portarla sempre lì. Anche senza tanta fatica. Che fatica ci vuole a trascinare una cosa che non va più avanti? Non lo so, ma con quattro citazioni calibrate descriverò le vostre relazioni:

* “Vivevamo insieme da cinque anni ed eravamo entrati nella fase in cui è cruciale limitare gli scontri. Lui era aggressivo, io ero noiosa, bastava una parola, una frase, e si accendeva la rissa.”
* “Era un periodo brutto, l’ho già detto non ci piacevamo più. Le persone cambiano, quasi sempre peggiorano. Si annoiano l’una dell’altra e sparisce l’incanto. Quando non siamo più innamorati diventiamo come giocatori che hanno finito time out, penalità, cambi.

Stiamo lì, in diretta e senza angoletti nei quali nasconderci.”
* “Se avessimo fatto uno di quei quiz sull’affinità di coppia, saremmo arrivati ultimi.”
* “La nostra non era più una storia d’amore, ma un apparato psicotico che mi forniva un’umiliazione costante.”

Anna è la protagonista di questo romanzo, La femmina nuda  firmato da Elena Stancanelli. La fine di questa storia è la scusa per raccontarci una cosa molto importante: il suo anno nel regno dell’idiozia (quando l’avrete finito ditemi se non avete passato anche voi un anno così. Contiamoci, siamo tanti).

 

 

POTRESTI ESSERTI PERSO...