Beppe Fiorello
Beppe Fiorello
Pubblicità
Pubblicità

La mini-serie girata interamente in Puglia ispirata al poliziotto Roberto Mancini che ha combattuto le ecomafie, interpretato da Beppe Fiorello.

Di Angela Anglani

Beppe Fiorello torna su Rai Uno il 15 e 16 febbraio in prima serata con la mini serie in due puntate “Io non mi arrendo”, una serie di valore civile sulle vicende della terra dei fuochi e del funzionario di polizia Roberto Mancini .il film girato a Giugno e a Luglio tra Polignano, Fasano, Ostuni e Carovigno, racconta la storia di Roberto Mancini, poliziotto eroe della Terra dei Fuochi morto il 30 aprile 2014 a causa di un tumore, dopo aver a lungo indagato sui problemi della cosiddetta Terra dei fuochi. Oltre Giuseppe Fiorello che sarà Marco Giordano, ci sono nel cast anche Massimo Popolizio (Gaetano Russo), Elena Tchepeleva (Maria Kaminksi), Alessandro Riceci (Rino Mastropalo), Salvio Simeoli (Lucio Papa), Stefano Alessandroni (Alessio Bonfiglio), Mario Sgueglia (Michele Leone), Paolo Briguglia (Giovanni Cattaneo), Biancamaria D’Amato (madre Vincenzino), Antonio Milo (Sebastiano Ajello), Vincenzo Pirrotta (Antonio Pomarico), Luigi D’Oriano (Vincenzino Abate), Giulia Salerno (Martina Giordano) e con Maddalena Crippa (Giuliana Valente).Musiche originali di Pivio & Aldo De Scalzi edizioni musicali Rai Com. La serie è diretta da Enzo Monteleone e prodotta da Picomedia.