Capodanno tra luci, colori e danze africane a Ostuni. Piazza della Libertà ha fatto registrare il pienone nella notte del 31 dicembre.

In tantissimi si sono riversati nel centro storico della Città bianca per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Non sono mancati, però, momenti di tensione quando a pochi passi dall’obelisco, poco prima delle 2, c’è stata una rissa tra extracomunitari, sedata con l’intervento degli agenti della polizia municipale di Ostuni e del commissariato. La festa però è proseguita tra con la dance music ispirata alle radici della cultura africana, mixate in uno speciale dj set, realizzato appositamente dal dj e produttore francese Philippe Cohen Solal, artefice del progetto Gotan Project.Anche la parte visuale è stata il risultato di una ricerca iconografica ispirata al lontano continente. Prima e durante video e dj set, la street band “Bandita” ha riempito le strade del centro storico tra coinvolgenti ritmi afro-brasiliani, per poi sfociare in un live show di canzoni, ritmi, body percussion e danze. L’evento è stata presentato da Marcello Biscosi di “Ciccio Riccio”: lo spettacolo è stato ospitato su un vertical stage. Emozionante il conto alla rovescia : grazie al video mapping è stato riprodotto, sulla facciata esterna di Palazzo di Città un orologio che scandiva le ultime ore del 2015. Attesa fino allo scoccare della mezzanotte festeggiata con l’accensione di numerose lanterne volate in cielo. In tanti hanno raggiunto il cuore del borgo antico, non solo dai centri limitrofi, ma anche da fuori Regione per soggiorni di almeno una notte. Impossibile trovare un posto per il cenone, nei locali del centro storico, senza prenotazione. Così come anche alcune strutture ricettive sulla costa hanno fatto registrare numeri importanti in termini di presenze. Turisti provenienti, soprattutto, da mercato italiano. Ieri, però, nel giorno del 1° dell’anno non sono mancate le visite guidate di gruppi di giapponesi e francesi che soggiornano in resort della zona. Sul fronte dei botti di Caponanno, invece, ordinanza rispettata solo in parte. In piazza della Liberà  e nell’intero centro storico la situazione è rimasta sotto controllo, anche grazie alla presenza delle forze dell’ordine. Meno tranquilla nelle aree periferiche, dove fuochi pirotecnici e petardi, nonostante il divieto emesso per la tutela della salute e per sicurezza, hanno illuminato il cielo della Città bianca nella notte di S. Silvestro. Non si registrano però, feriti dovuti all’accensione o allo scoppio di petardi.

POTRESTI ESSERTI PERSO: