Bibliomotocarro
Bibliomotocarro
Pubblicità
Pubblicità

Di Angela Anglani

Ci sarà anche il Maestro la Cava nel centro storico per la “Notte della Cultura”.Per chi non lo conoscesse ricordiamo che La Cava è un maestro elementare di Ferrandina che ha dato vita all’iniziativa del “BIBLIOMOTOCARRO” nel 1999, una biblioteca itinerante realizzata con una moto Ape celeste ( trasformata in casetta con tanto di comignolo ) ed una raccolta di libri, in costante aggiornamento, di circa 1.500 volumi. Più volte giunto agli onori della cronaca nazionale per l’atipica quanto mai istruttiva idea avuta, il maestro La Cava si è posto sin dall’inizio una finalità estrinseca dichiarata: richiamare l’attenzione sulla crescente disaffezione nei confronti del libro da parte, soprattutto, delle nuove generazioni, affascinate ed attratte sempre più dai nuovi mezzi di comunicazione di massa. il suo intervento è diretto ad una fascia di bambini dai 4 ai 15 anni. Il Bibliomotocarro, è “figlio innanzitutto della lunga esperienza nella scuola del maestro elementare La Cava ma è frutto anche della sua innata ambizione a sentirsi un po’ “maestro di strada” e della sua convinzione che le pareti delle aule fossero spesso troppo strette ed anguste e che ci fosse, perciò, il bisogno per la scuola di cercare “fuori” quello che “dentro” non c’era; anche perché non sempre bastava portare il fuori-scuola dentro la scuola per risolvere il problema. La scuola – diceva il maestro – facciamola fuori, non nel senso di “eliminarla” ma immaginando le grandi potenzialità offerte dall’uso didattico del territorio. Insomma, la scuola fuori dalla scuola. Il Bibliomotocarro, perciò, nacque anche da questa idea di scuola. E non solo. Sicuramente una grande opportunità da far vivere ai propri bambini da quanti affluiranno nel centro storico di Ostuni domenica 26 luglio per la “Notte della Cultura”.