Si è svolta nell’insolita cornice del Bar “H24” di Ostuni la premiazione della VI edizione del Concorso di Poesia intitolato alla memoria di Antonio Sallustio (1931-2009), pubblicista, libraio e poeta.

Anche quest’anno sono stati quattro i giovanissimi poeti premiati, due per il biennio e due per il triennio sia del Classico che dello Scientifico: per il biennio hanno vinto Ines Magno (Classico) ed Alice Tomeo (Scientifco) per il triennio Demetra Varese (Classico) alla sua seconda vittoria dopo quella del 2012, e Giovanni Luigi Gioia (Scientifico).
Ines Magno ha composto “Ulivi” una bella lirica dedicata al simbolo della natura in Puglia, oggi minacciato da un pericoloso e mortale parassita; Alice Tomeo con “Fazzoletti” fa assumere ad un’evocazione serrata e sofferta toni di freschezza; ispirata alla tragedia della recente strage di profughi nel Canale di Sicilia è “Popolo da odiare” di Giovanni Luigi Gioia, mentre la giuria ha definito “un raffinato incanto per il lettore” “Mon Cher” di Demetra Varese, con versi come “chi sei tu che hai il balsamo su un labbro/e il veleno sull’altro?”.
La giuria era composta dalla Dirigente del Liceo, Annunziata Ferrara, e dai docenti Maria Menna Colacicco, Elena Narraccie Matteo Laterza. Ha offerto una grande collaborazione anche la prof. Lucia Grassi. La manifestazione è stata organizzata dal Rotary Club Ostuni Valle d’Itria Rosa Marina, le borse di studio ai vincitori sono state offerte dalla famiglia Sallustio.
Nel corso della premiazione si sono esibiti Giorgia Semerano (chitarra) e Giuseppe Putignano (voce), ed è stato presentato il volume “Mia cara gioventù, dolce illusione” (Schena Editore)  che raccoglie le poesie premiate sia ad Ostuni che a Cariati (Cosenza) dove si svolge l’edizione gemella del premio, la cui consegna avverrà quest’anno il 25 maggio alla presenza dell’Arcivescovo di Rossano-Cariati mons. Giuseppe Satriano, proveniente dalla Chiesa ostunese.

 

POTRESTI ESSERTI PERSO: