Il giovane cantautore ostunese Dario Laveneziana, dopo l’esperienza del talent show Amici, sogna di poter approdare nella sezione giovani del prossimo Festival della Canzone Italia. Competizione canora affidata al conduttore televisivo e radiofonico, Carlo Conti.

Dario Laveneziana ha iniziato a cantare da piccolo, grazie alla passione trasmessa da Papà Tonino, gestore di una nota scuola giuda di Ostuni. Ha duettato con diversi cantanti tra cui, l’estate scorsa, grazie alla sinergia con l’amico Maurizio Flore, con Marco Ligabue, fratello del famoso rocker di Correggio Luciano.

Nato nel 1991 ad Ostuni, Dario Laveneziana, inizia a scrivere canzoni, a 11 anni dà il via ai suoi sogni iniziando a studiare canto con l’insegnante, Gianna Montecalvo, poco dopo si iscrive al Conservatorio “Tito Schipa” studiando organo e composizione organistica con il Maestro Francesco Buongiorno, in quel periodo incontra Jorge Daniel Rossi che lo aiuta a perfezionare le sue composizioni.

A 16 anni si aprono le porte del Teatro Dante Alighieri di Ravenna, e a 19 anni con il massimo dei voti entra al Conservatorio Santa Cecilia di Roma, dove si trasferisce e studia canto jazz. Lì incontra tanti maestri di grosso calibro da Maria Pia De Vito, Paolo Damiani, Danilo Rea a Stefano Pagni e Roberto Gatto e studia per due anni la tecnica vocale del VOICECRAFT con la docente Gabriella Scalise.

Nel 2013 e precisamente a giugno, esce il suo 1° singolo “Le Labbra dei Ghiacciai” acquistabile su Itunes e visionabile su Youtube il video ufficiale.

Ritmo incalzante e britannico, voce e sound psichedelici e ammalianti che ricordano gli artisti rock di un tempo ma consapevole di una soggettività in continua evoluzione, che porta Dario a delineare una strada tutta sua.

dario laveneziana2L’idea di Sanremo” – ha sottolineato il giovane cantautore ostunese, “è nata un po’ per sfida, il palco del Festival di Sanremo per la Canzone Italiana racchiude in sé il ricordo dei migliori artisti italiani di sempre e, pertanto rappresenta per noi giovani emergenti il più eccitante trampolino di lancio che dà visibilità anche a livello internazionale”.

Un ringraziamento doveroso, Dario lo fa sicuramente alla famiglia che lo ha sempre seguito costantemente nei suoi studi e nelle sue performance, ma anche all’amico Maurizio Flore che seguirà da vicino il giovane nelle prossime settimane quando potrà essere protagonista della prima selezione per il palco dell’Ariston.

Sono contento ed entusiasta di poter dare il mio supporto a questo talento” – ha detto Flore alla redazione di Ostuni Notizie – “cercheremo insieme di raggiungere l’obbiettivo che ci siamo prefissi, quello di andare a Sanremo per il prossimo festival, è molto importante per Dario, vi terremo costantemente informati”.

 

 

 

 

POTRESTI ESSERTI PERSO: