Pilone Torre Camping
Pilone Torre Camping

Il presidente Lavarra chiede di riesaminare la questione vasca raccolta liquami al Pilone.

L’Ente Parco naturale regionale delle Dune costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo sta seguendo quotidianamente la questione relativa alla realizzazione di una vasca di raccolta dei reflui in prossimità della torre di San Leonardo antistante al villaggio residenziale il Pilone, in territorio di Ostuni.
Una questione, come sottolineato nei giorni scorsi dal presidente del Parco, on. Enzo Lavarra, che suscita certamente preoccupazione circa il rischio di impatto insostenibile in caso di mal funzionamento.
Proprio l’on. Lavarra nelle ultime ore si è fatto promotore di una serie di iniziative tese a portare gli enti preposti a riesaminare la possibilità di spostare la vasca in un sito più compatibile.
“Dando seguito alla nostra posizione riguardo la realizzazione della vasca di accumulo dei reflui a servizio della nuova rete fognaria interessante la parte nord della marina di Ostuni – dichiara l’on. Enzo Lavarra – ho scritto all’Assessore Lavori Pubblici della Regione Puglia Giovanni Giannini e al vice Presidente AQP Lorenzo Desantis al fine di riesaminare, nell’ambito delle rispettive competenze, tutte le concrete possibilità di spostare in sito più compatibile la vasca di raccolta dei reflui prevista in area spiaggia di Pilone. Vale di ribadire che l’Ente Parco non ha mai approvato tale progetto poiché non ha alcuna competenza giuridica su sito ove esso ricade, mentre a suo tempo ha espresso nettamente parere negativo sulle aree ricadenti nel perimetro del Parco e attigue alla vasca destinate a parcheggio. Perciò ribadiamo di auspicare vivamente una positiva soluzione del caso “vasca”, giacché si inserisce in un più ampio progetto di riqualificazione di quel tratto di costa. Aggiungo – conclude l’on. Lavarra – che in questi stessi giorni abbiamo formalmente manifestato la nostra posizione critica all’Assessorato al Demanio perché incomprensibile ci è apparsa la bocciatura del progetto di riqualificazione dell’area attorno a Torre di San Leonardo da parte di alcuni Uffici regionali. Progetto, lo ricordiamo, che prevedeva di liberare l’area antistante la torre dalle auto che parcheggiano a ridosso della spiaggia, ripristinando il cordone dunale e realizzando camminamenti in legno per raggiungere comodamente e in sicurezza per le famiglie e i bambini le spiagge poste a destra e a sinistra la torre aragonese”.