Pubblicità
Pubblicità

Un incidente che, senza il pronto intervento dei Vigili del Fuoco, avrebbe potuto avere conseguenze davvero tragiche.

Protagonista, un operaio di 34 anni di Ceglie Messapica, Francesco Fragnelli, dipendente dell’impresa Calò Lenoci Power Colle, operante nella zona industriale.

Questa mattina, il lavoratore impegnato nell’attività di controllo dei materiali di stoccaggio in un grande imbuto utilizzato per riversare il materiale all’interno di due silos (dell’altezza, quest’ultimi, di circa 10 metri), a causa dello sversamento improvviso di un composto di sabbia e breccia da uno dei due enormi contenitori, è rimasto bloccato nell’imbuto dal bacino in giù.

Immediatamente l’operaio ha cercato di attirare l’attenzione dei suoi colleghi di lavoro urlando.

Resisi conto della gravità dell’accaduto, per evitare che l’uomo sprofondasse completamente all’interno dell’imbuto, i colleghi hanno provveduto a imbragare Fragnelli in attesa dell’arrivo dei Vigili del Fuco che, una volta allertati, sono immediatamente giunti sul posto.

Sono stati proprio gli uomini guidati dal Capo Distaccamento, Cosimo Camarda a trarre in salvo l’operaio, utilizzando speciali imbragature e verricelli attivati per tirare l’uomo dal fondo dell’imbuto.

Sul posto, anche gli operatori sanitari del 118 e gli agenti del Commissariato. Nessuna conseguenza per il giovane operaio, solo un comprensibile grosso spavento.

 Dopo tutti i rilievi del caso e le opportune verifiche effettuate dagli agenti di Polizia e dagli stessi Vigili del Fuoco, che hanno dato esito negativo accertato che tutte le norme di prevenzione erano state regolarmente attuate, l’attività lavorativa è regolarmente ripresa.