Polizia di Stato, controlli straordinari durante il ponte 25 aprile-1 maggio

Polizia Ostuni Commissariato

Nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio disposti dal Questore della Provincia di Brindisi, Annino Gargano, finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati, nella settimana caratterizzata dai ponti della Liberazione e del 1° maggio, il personale delle Volanti della Questura ha controllato oltre 620 persone e 250 veicoli contestando 17 violazioni di norme del Codice della Strada, due per uso personale di sostanze stupefacenti e una segnalazione è stata effettuata a carico di una persona già destinataria della misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali.

Inoltre, gli operatori delle Volanti si sono resi protagonisti del soccorso di un uomo che, in preda ad un momento di sconforto per una situazione familiare fortemente conflittuale, aveva manifestato intenti suicidi lasciando in casa il suo telefono cellulare e allontanandosi a bordo della sua auto sprovvista di GPS. I poliziotti sono stati abilissimi nel raccogliere le informazioni utili alle ricerche diramandole alle sale operative di tutte le Forze di Polizia presenti sul territorio e dislocando le pattuglie alla ricerca dell’uomo; questi, intercettato dalla Volante su una strada secondaria della periferia della città, ha dovuto arrestare la corsa e, mentre i poliziotti cercavano di tranquillizzarlo, è scoppiato in lacrime ringraziando i pattuglianti che con il loro intervento erano riusciti a riportarlo alla calma facendo venire meno l’intenzione di compiere l’insano gesto.

Nella stessa settimana, personale del Commissariato di P.S. di Ostuni, ha effettuato incisiva attività di controllo del territorio, anche unitamente alle unità operative del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce, procedendo al controllo di circa 350 persone (tra cui persone sottoposte a varie misure) e di 122 veicoli, contestando 6 violazioni al Codice della Strada.

Anche gli uomini del Commissariato di P.S. di Mesagne, anche con il contributo del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce, hanno identificato oltre 350 persone segnalando all’Autorità Giudiziaria un uomo già sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare con affidamento in prova ai servizi sociali, sorpreso oltre l’orario consentito fuori dalla propria abitazione, mentre si trovava in una sala giochi. Un’altra persona veniva segnalata all’Autorità Amministrativa perché, sebbene sottoposta alla misura di prevenzione dell’Avviso Orale emessa dal Questore della Provincia di Brindisi, si accompagnava ad altri soggetti con precedenti penali e di polizia. Veniva, inoltre, sequestrato per i successivi accertamenti, a carico di ignoti, un fucile a piombini e alcune decine di proiettili di diverso calibro, occultati tra la vegetazione in agro di Mesagne.