DSC 0372
DSC 0372

Prosegue la minuziosa attività di controllo del territorio da parte del personale del Commissariato di P.S. di Ostuni, diretto dal Commissario Capo Gianni Albano.

In stretta sinergia con le direttive fornite dal Questore di Brindisi, Dott. Roberto Gentile, volte alla prevenzione e repressione dei reati in genere ed in particolare di quello che ledono il patrimonio, dipendente personale unitamente a equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce, ha effettuato molteplici controlli, identificando 120 persone, tra conducenti e trasportati e 40 veicoli.

Il bilancio dell’intervento ad ampio raggio eseguito, è di 1 arresto per furto aggravato in flagranza di reato, di 3 denunce all’ A.G., nonché del sequestro di 19 cartucce calibro 12 e di un bastone della lunghezza di 50 cm con entrambe le estremità in ferro, fatti rispettivamente avvenuti nei Comuni di Ostuni, Ceglie Messapica e Carovigno.

Ad Ostuni. Durante un apposito servizio rivolto alla prevenzione e repressione di reati in materia di sostanze stupefacenti e psicotrope, eseguito da dipendente personale appartenente alla Squadra Volante del Commissariato, all’interno della villa comunale di Ostuni, veniva notato un gruppo di soggetti, noti agli operatori quali spacciatori e assuntori di droga; tra questi, S.F., classe 1973, consumatore di eroina, che, veniva sottoposto a perquisizione sul posto poi estesa all’interno della sua abitazione. Qui, si appurava che l’appartamento non era in regola in merito al consumo di energia elettrica tanto che veniva deciso di far giungere in loco una squadra di tecnici dell’Enel che potesse chiarire la situazione del sospetto furto di energia elettrica. E di fatti, l’analisi specifica compiuta dal personale a ciò preposto dava esito positivo dal momento che si constatava la presenza di un allaccio diretto sulla rete Enel con violenta manomissione della stessa, stratagemma che consentiva di percepire dei consumi di energia senza che la stessa potesse essere effettivamente contabilizzata mediante il contatore.

L’illecito consumo veniva stimato in più di 6 mila euro negli ultimi cinque anni di calcolo.

Tradotto in ufficio, S.F., classe 1973 di Ostuni, con precedenti di Polizia per associazione per delinquere finalizzata allo spaccio e riciclaggio, veniva dichiarato in arresto e, dopo le formalità di rito, posto a disposizione dell’A.G. competente.