NAPOLI – Zizzi, nativo di Ostuni, in Puglia, ha battuto la testa riportando lesioni multiple al cervello. È stato operato ed è in prognosi riservata, ricoverato prima nel reparto di Terapia intensiva e poi in quello di Neurochirurgia dell’ospedale Cardarelli. Tutto è successo in pochi attimi. Senza ancora un perché.

Il 18enne stava uscendo da un bar tabaccheria di via Comunale Napoli dove stava entrando per comprare le sigarette il 75enne. I due si sono incrociati sull’uscio del negozio. Secondo le testimonianze delle persone presenti in quel momento, i due probabilmente non si conoscevano. Tra di loro nessuna parola, nessuna lite, nessun dialogo. In pochi secondi il 18enne ha sferrato il pugno che ha fatto cadere a terra Zizzi. Perché?

I carabinieri del nucleo operativo e quelli della stazione di Napoli Pianura hanno iniziato le indagini che hanno portato a rintracciare il giovane. Il 18enne è stato identificato come autore del gesto, oltre che dalla visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona, anche grazie alle testimonianze dei diversi presenti in quel momento davanti al negozio. Il movente rimane ancora oscuro.

Di sicuro, secondo quanto riferito dagli inquirenti, il 18enne sarebbe affetto da ‘disturbo della personalità con manifestazioni psicotiche. È stato portato a Poggioreale e si attendono ora le valutazioni della Procura. Zizzi, soccorso dopo la caduta da personale del 118 e portato all’ospedale Cardarelli, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico ed è al momento in coma a causa di due lesioni al cervello.

Una nuova Tac servirà a valutare l’evoluzione della situazione generale. Il quadro clinico, anche nel corso delle ultime ore, è stabile ma nella sua criticità e per questo motivo Zizzi rimane in prognosi riservata ed in pericolo di vita, anche dopo l’operazione chirurgica. Di episodio assurdo e sconcertante hanno parlato nei loro commenti i parlamentari Simona Loizzo, deputato della Lega, Alfredo Antoniozzi, vice capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera e Francesco Emilio Borrelli, deputato di Alleanza Verdi-Sinistra.