Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

E’ stata ritrovata nelle campagne di Pozzo Faceto, la Fiat Punto che gli investigatori ritengono possa aver investito sabato mattina un ciclista 64enne della Città Bianca, mentre era in sella alla sua bici sulla Ostuni- Fasano.

Tanti gli aspetti ancora da chiarire infatti, in questa vicenda: dai primi riscontri delle forze dell’ordine, l’auto sarebbe risultata rubata pochi minuti prima dell’episodio, come avrebbe dichiarato il proprietario ad i carabinieri della compagnia di Fasano, che stanno collaborando alle indagini. E’ stato lo stesso proprietario della Fiat Punto ad avvisare i militari del ritrovamento nelle campagne dell’agro fasanese del veicolo.

Un doppio filone d’inchiesta, avviato con l’attività svolta sabato mattina dalla Polizia Locale di Ostuni. Gli agenti infatti, dopo la segnalazione del ciclista investito sulla ex statale 16, hanno sin da subito acquisito i primi rilievi per ricostruire l’accaduto. E tra gli elementi d’indagine, alcune parti dell’autovettura, lasciate per strada dopo l’impatto con la bicicletta. Da questi indizi e dall’ascolto di alcune testimonianze gli agenti hanno avviato la scrupolosa fase di verifica su quale potesse essere marca e modello dell’autovettura coinvolta in questa vicenda.

Da qui è stata diramata anche la segnalazione alle altre forze dell’ordine impegnate nel presidio del territorio a nord della provincia di Brindisi, per rintracciare il veicolo. Circostanza che si è verificata ieri mattina nelle campagne di Fasano. Secondo una prima verifica i pezzi ritrovati a bordo della carreggiata della Ostuni-Fasano, sono compatibili con le parti mancanti della vettura lasciata volontariamente a Pozzo Faceto. La Fiat Punto è stata sottoposta a sequestro penale da parte della Procura di Brindisi.

Intanto, però il personale del comando di Ostuni della Polizia Locale sta vagliando una serie di immagini recuperate lungo la ex statale 16. Dall’analisi dei filmati gli investigatori della Città Bianca proveranno a fare estrema chiarezza sull’episodio, con l’obiettivo di risalire al responsabile del grave ferimento al ciclista della Città Bianca.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Il 64enne è stato, intanto, trasferito al “Perrino” di Brindisi, a causa della frattura di una vertebra (L2). Dopo l’iniziale ricovero ad Ostuni, anche per medicare le escoriazioni presenti su più parti del corpo a causa della caduta, i medici, hanno disposto il trasferimento nel capoluogo.

L’episodio si è verificato sabato a circa 4 chilometri dal centro abitato della Città Bianca, non distante dalla Casa Cantoniera: il ferito viaggiava solo, in direzione Ostuni, quando improvvisamente è stato scaraventato a terra dal violento impatto con l’autovettura. Ora il lavoro degli investigatori è proprio indirizzato ad individuare il pirata della strada, che si è reso responsabile di tutto questo.

Tra le ipotesi di reato, oltre alle lesioni gravi, l’ omissione di soccorso e la fuga dal luogo dell’incidente. Rischia oltre il ritiro della patente, il verbale per il mancato rispetto del codice della strada, anche l’arresto per l’omissione. A tutto ciò, si starebbe anche prefigurando l’accusa di furto, dopo la denuncia del legittimo proprietario negli stessi minuti in cui è avvenuto l’incidente.

POTRESTI ESSERTI PERSO...