Il luogo del rinvenimento Antonio Andriola
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

E’ stato ritrovato senza vita da una sua collega. Tragedia e mistero ieri ad Ostuni: a 49 anni muore Antonio Andriola, operatore sanitario della Città Bianca. Ancora incerte le cause del decesso. Tra le ipotesi un malore improvviso.

Inquirenti al lavoro da ieri mattina: poco dopo le 8, infatti, è giunta la segnalazione dei sanitari del 118 agli uffici del locale commissariato. Il dramma si è consumato in via Camassa a poche decine di metri dal comando della Polizia Locale della Città Bianca. Qui in un appartamento al primo piano di un condominio il 49enne prestava assistenza ad un pensionato ostunese, conosciuto in città, malato da tempo.

Secondo una prima ricostruzione al vaglio degli inquirenti Andriola si alternava con una sua collega, nel prestare le necessarie cure all’anziano. Circostanze che si sarebbero verificate anche ieri. La donna, infatti, proprio entrando nell’appartamento, per iniziare il suo turno, ha ritrovato il corpo senza vita dell’operatore sanitario ostunese. Immediata è stata la richiesta d’intervento al 118: giunti sul posto, però, i medici hanno solo potuto accertare la morte di Antonio Andriola. Contestualmente sono state allertate le forze dell’ordine, anche per valutare ogni aspetto di possibile rilievo investigativo alla base del decesso dell’uomo.

In via Camassa è giunto il commissario della Città Bianca, Andrea Toraldo, che ha coordinato le operazioni di acquisizione di ogni elemento utile ai fini della ricostruzione dell’accaduto. Sul posto anche la Polizia Scientifica e personale della Squadra Mobile per una serie di accertamenti tecnici all’interno dell’abitazione del pensionato ostunese. Attività dei detective andata avanti per l’intera mattina. Poi, poco dopo le 12 la salma del 49enne è stata trasportata al cimitero di Ostuni, a disposizione della Procura di Brindisi. Qui sono giunti anche alcuni familiari dell’uomo.

Già nella giornata di oggi il pubblico ministero di turno, titolare del fascicolo, potrebbe disporre l’autopsia sul corpo di Andriola, che potrebbe essere eseguita tra lunedì e martedì.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Al momento non ci sono persone indagate per la morte dell’uomo. Ogni eventuale ipotesi di reato è legata a quanto emergerà dai primi risultati dell’inchiesta. Le forze dell’ordine, anche dopo aver ascoltato alcuni testimoni, parenti dell’anziano, e amici della vittima, ipotizzano che alla base dell’accaduto possa esserci un malore, risultato fatale all’uomo. Andriola sarebbe stato ritrovato in cucina privo di vita, con un piccolo taglio sotto il mento. Secondo gli investigatori questa circostanza potrebbe essere stata determinata dalla caduta dopo l’infarto.

Non sarebbero stati ritrovati, infatti, segni di violenza sul corpo dell’uomo. Le indagini, però, vanno avanti da parte del commissariato di Ostuni. Attività investigative che proseguiranno in queste ore da parte dei detective della Città Bianca per chiarire l’intero contesto in cui è avvenuta la tragedia. E su questo fronte importanti potranno essere le testimonianze acquisite già ieri dalle forze dell’ordine, soprattutto tra i contatti più stretti di vittima e anziano assistito. Andriola non era sposato viveva solo. Da qualche tempo aveva iniziato a seguire ed a prestare assistenza al pensionato della Città Bianca: proprio in questo appartamento il 49enne ostunese, un uomo silenzioso ma sempre cordiale con tutti, ha trovato la morte, senza neanche la possibilità di chiedere aiuto.

POTRESTI ESSERTI PERSO...