Intervento congiunto del Commissariato e della Polizia Locale di Ceglie.

Nel corso di attività volte alla prevenzione della commissione di reati, negli ultimi giorni, è stata portata a termine una nuova azione congiunta che si è conclusa con l’individuazione dell’autore di un furto avvenuto all’interno del centro SNAI della Città Bianca.

Era stato, difatti, rubato un portafogli con all’interno 740 euro poco prima sottratti al malcapitato che, accortosi di quanto accaduto, immediatamente raggiungeva gli uffici del Commissariato ostunese.

Gli accertamenti partivano dall’analisi delle telecamere interne al centro scommesse ove si notava un individuo che, con circospezione, si chinava in terra e si metteva qualcosa in tasca per poi subito andare via; si focalizzavano le caratteristiche fisiche dell’individuo nonché altri dettagli relativi al suo abbigliamento che, collegati con la conoscenza del territorio portavano ad una pista investigativa nel comune di Ceglie.

Anche in questa circostanza, l’asse collaborativo tra Polizia di Stato e Polizia Locale permetteva di risalire alla certa identità dell’uomo nonché alla sua abitazione.

Dopo un’accurata opera di ricerca all’interno della casa, si rinveniva ben occultato il portafoglio contenente esattamente la somma di denaro sottratta che veniva restituita al legittimo proprietario.

L.G., classe 1976, incensurato e di professione muratore, dopo le formalità di rito e la sua ammissione di colpa, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Brindisi per il reato di furto aggravato nonché nei suoi confronti sarà avviato l’iter per l’adozione del Foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Ostuni.