Sottoposti a sequestro da parte della Polizia Locale, oltre 40 mazzi di fiori di vari tipi che erano sul camioncino comminando la sanzione amministrativa al trasgressore.

Proseguono i servizi di controllo da parte del nucleo operativo Annonaria e Commerciale delle Polizia Locale che, sabato scorso, nel corso dei servizi finalizzati a contrastare la vendita illegale di prodotti nel centro abitato della Città Bianca, hanno effettuato un controllo di un ambulante di fiori di Terlizzi.

Il commissario capo della Polizia Locale, dott. Quirico D’Aversa e le assistenti Bagordo e Mevoli nel corso dell’attività, hanno notato la situazione di abusività che era in atto e sono intervenuti per un controllo più accurato. Sottoposti a sequestro oltre 40 mazzi di fiori di vari tipi che erano sul camioncino comminando la sanzione amministrativa al trasgressore. Considerato il loro ottimo stato di conservazione e la natura deperibile, gli stessi sono stati donati a scopo benefico, alle parrocchie di San Luigi, SS. Annunziata, S.M. delle Grazie, SS. Medici, Madonna del Pozzo. L’operazione nell’ambito dei regolari controlli sulla vendita dei prodotti in città, proseguiranno nei prossimi giorni per contrastare il commercio abusivo ed in particolare le irregolarità alla commercializzazione di prodotti che pregiudicano il normale commercio dei negozianti sia a posto fisso che ambulante che pagano le tasse.

La piaga del commercio abusivo è dilagante, soprattutto quello dei fiori venduti agli angoli delle vie e non è la prima volta che vengono segnalati casi del genere. Il comando della Polizia locale sotto la guida del commissario capo, dott. Quirico D’Aversa, ha attivato un monitoraggio di contrasto a tutte queste attività illecite al fine di garantire il rispetto della legalità ed evitare di penalizzare chi esercita la vendita nel rispetto delle regole. In questi giorni poi in cui, col susseguirsi di festività il commercio di fiori vede ampliare il proprio mercato potenziale, è giusto che il fenomeno dei venditori abusivi venga ridimensionato e controllato.

POTRESTI ESSERTI PERSO: