L’incidente si è verificato, poco dopo le 17, sulla Ostuni-Ceglie Messapica a circa due chilometri dal centro abitato della Città Bianca.

Per cause in via d’accertamento da parte della Polizia Locale di Ostuni c’è stato un violento impatto tra una Peugeot 307 ed una Fiat Punto. Da una prima ricostruzione le due auto viaggiavano in senso di marcia opposto, quando all’improvviso c’è stata la collisione. Fortunatamente, nonostante sia terminata al centro della carreggiata, la Peugeot non è stata tamponata da altre vetture che procedevano in direzione Ostuni: non ci sono, infatti, terzi autoveicoli coinvolti nell’incidente.

Immediato è stato l’arrivo di un mezzo del 118 che ha trasferito la donna ostunese, al pronto soccorso. I medici della Città Bianca hanno eseguito una serie di accertamenti per accertare l’assenza di gravi traumi o lesioni, che in questa prima fase di riscontro non sarebbero emerse. Sul posto oltre i vigili urbani, anche una volante del commissariato di Ostuni per effettuare servizio di viabilità e personale della Provincia per la rimozione dei detriti. Gravi i disagi che si sono registrati al traffico con la provinciale per oltre mezz’ora chiusa da entrambi i sensi di marcia per le operazioni di acquisizione degli elementi che accerteranno l’esatta dinamica dell’impatto. Bloccati anche alcuni bus di linea, sia in direzione Ostuni che nel senso di marcia opposto verso Ceglie Messapica.

Il violento incidente si è verificato nei pressi di uno dei tanti dossi che caratterizzeranno questa provinciale, ritenuta da sempre una delle arterie con maggior pericoli nell’hinterland. Situazioni di pericolo aumentate anche per la presenza di innumerevoli accessi laterali che immettono sulla strada principale.

Quello di ieri, l’ennesimo sulla Ostuni-Ceglie Messapica, ha rievocato, poi altri sinistri più violenti e tragici avvenuti sulla stessa provinciale.

Non è escluso, poi, che ieri, ad influire sul sinistro anche, il sole accecante o un pericolo improvviso. Fondamentale, comunque, per accertare la dinamica ed eventuali responsabilità dell’impatto saranno anche le testimonianze delle due persone coinvolte: oltre la donna trasportata in ospedale, anche l’uomo a bordo dell’altra vettura della Peugeot 307.

POTRESTI ESSERTI PERSO: