L’operatore della Securitas Puglia, vedendo questa scena, è sceso dalla vettura e si è spostato oltre il guard rail.

Si è accorto che un’auto sopraggiungeva alle sue spalle a velocità sostenuta e ha fatto appena ad uscire dall’abitacolo. Quando è avvenuto il violentissimo impatto, era già al sicuro dietro al guard rail l’operatore di una Fiat Panda dell’istituto di vigilanza Securitas Puglia che intorno alle ore 6 di oggi è rimasto coinvolto in uno spaventosi incidente verificatosi sulla strada 379 che collega Brindisi a Bari, all’altezza dello svincolo per il Pilone, marina di Ostuni.

Il vigilante si era recato da poco sul posto in ausilio ai carabinieri della compagnia di Fasano e alla polizia stradale, impegnati a rilevare un altro sinistro, fortunatamente non grave.

La guardia giurata, prendendo tutte le precauzioni del caso, si è fermato a bordo dell’auto di servizio sul margine della strada. Mentre si trovava all’interno del veicolo a un certo punto ha sentito delle frenate sospette che arrivavano dalle sue spalle. Guardando nello specchietto retrovisore, ha notato che una macchina si avvicinava a velocità sostenuta e non riusciva a frenare.

L’operatore, vedendo questa scena, è sceso dalla vettura e si è spostato oltre il guard rail. Subito dopo l’autovettura ha impattato a forte velocità la macchina della vigilanza, facendola ribaltare su una fiancata. La Panda è praticamente da rottamare a causa dei danni riportati. Se il vigilante fosse rimasto al suo interno, lo scontro avrebbe potuto avere tragiche conseguenze. Danni di una certa entità anche per l’auto, il cui conducente è stato soccorso dal personale del 118.

POTRESTI ESSERTI PERSO: