Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Oltre 20 chilogrammi di pesce, in cattivo stato di conservazione, sono stati sequestrati ad Ostuni, nei pressi dell’area mercatale.

Denunciate alla Procura della Repubblica di Brindisi, due persone, venditori ambulanti di Taranto. A loro carico anche una sanzione amministrativa di 5 mila euro. L’operazione è stata condotta in maniera sinergica dalla Polizia Locale di Ostuni, agenti del commissariato della Città Bianca, e personale dell’Asl di Brindisi. I primi a raccogliere la segnalazione, giunta alla centrale operativa, sono stati gli agenti della Municipale. Sin dai primi riscontri è stata verificata una serie di irregolarità, non solo amministrative.

I due tarantini, di 76 e 38 anni, sono risultati sprovvisti, innanzitutto, dell’ autorizzazione, Scia, per l’esercizio dell’ attività commerciale su area pubblica itinerante di prodotti del settore alimentare, nella fattispecie ittici (circa kg.20 tra pesci, molluschi e cefalopodi). Durante il sopralluogo, anche con i poliziotti e personale dell’Asl di Brindisi è stata accertata, contestualmente, anche l’assenza delle condizioni igieniche.

L’intero quadro probatorio è stato inoltrato al pubblico ministero di turno della Procura di Brindisi, Francesco Carluccio, che ha disposto il sequestro e la denuncia penale a carico dei due venditori ambulanti. Controlli che proseguiranno sin dai prossimi giorni da parte delle forze dell’ordine per stanare un fenomeno, quello dell’abusivismo commerciale tra le maggiori vie della Città Bianca, anche alla vigilia della stagione estiva.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Già nel recente passato sono avvenuti alcuni sequestri di prodotti alimentari, dopo la scoperta dell’assenza di autorizzazione per la vendita, e la mancata tracciabilità degli stessi, comprese le scarse condizioni igieniche, ai bordi delle strade.

POTRESTI ESSERTI PERSO...