Trovato in un hotel, arrestato e condotto nel carcere di Brindisi: destinatario di mandato di arresto europeo per armi. Trovato su internet un video con un proclama

Era riuscito ad arrivare a Ostuni, diventata nascondiglio per sottrarsi all’esecuzione del mandato di arresto europeo, emesso dalle autorità francesi il 13 dicembre, per trasporto e detenzione di armi: un neonazista, francese, è stato arrestato e condotto nel carcere di Brindisi dagli agenti del commissariato della Città Bianca, assieme ai poliziotti della Digos.

Alexis Issaurat era assieme a un altro giovane francese, ospiti entrambi di una struttura alberghiera. Nessuno dei due aveva documenti di identificazione e per questo la sera del 15 dicembre scorso sono stati condotti negli uffici del commissariato. Agli agenti, il giovane ha nascosto la sua identità consegnando generalità false: Franck Saron, nato in Francia.

Le verifiche hanno portato ad accertare che francese lo era. Nome: Alexis Issaurat, destinatario di un mandato di arresto europeo emesso dalla Procura della Repubblica di Nizza per reati contro la persona. Il giovane era stato condannato dal Tribunale di Nizza il 4 gennaio dello scorso anno anche per reati legati alla detenzione e al trasporto di armi.

Stando a quanto hanno avuto modo di accertare gli agenti, il francese dopo un giorno di permesso, il 5 agosto scorso non ha fatto rientro in carcere. Irreperibile. E ricercato in tutta Europa. In Francia è ritenuto “soggetto pericoloso legato a militanza politica vicino agli ambienti di estrema destra “neo nazista” francese”. Ulteriori elementi sull’appartenza all’estrema destra nazionalista francese emergerebbero anche sulla piattaforma web di video sharing “You Tube” e in particolare in un video che riporta un proclama fatto dallo stesso Iassaurat, il cui contenuto è tuttora al vaglio degli investigatori.

POTRESTI ESSERTI PERSO: