Il provvedimento cautelare scaturisce dall’attività investigativa messa in atto dai Carabinieri di Bitetto riguardante la rapina perpetrata alle ore 20.00 circa dell’8 aprile 2018, nella piazza Diaz di quella cittadina.

I Carabinieri della Stazione di Bitetto, in collaborazione con i militari di Ostuni nella fase esecutiva hanno rintracciato e tratto in arresto su “ordine di esecuzione di misura cautelare personale” emessa dal Tribunale di Bari, Ufficio GIP, S. M. G. 19 enne nato a Bari e residente in Ostuni, ritenuto responsabile di rapina in concorso e lesioni personali. Il provvedimento cautelare scaturisce dall’attività investigativa messa in atto dai Carabinieri di Bitetto riguardante la rapina perpetrata alle ore 20.00 circa dell’8 aprile 2018, nella piazza Diaz di quella cittadina.

Nella circostanza un’anziana donna del luogo classe 1933, veniva raggiunta alle spalle da un’autovettura dal cui finestrino uno degli occupanti sporgeva il braccio, e, strattonandola al fine di strapparle la borsa di mano ne determinava una rovinosa caduta all’esito della quale la vittima ha riportato un “trauma craniofacciale con ematoma della regione frontale destra e della mano destra, cervicalgia post traumatica, contusioni multiple”.

Le indagini condotte dai Carabinieri di Bitetto con la ricerca e l’ascolto dei testimoni oculari che hanno assistito all’evento e la raccolta di informazioni, hanno permesso di individuare l’autovettura su cui viaggiava il rapinatore, una fiat punto, nonchè di stabilire che proprio il conducente dell’auto è stato identificato quale l’autore materiale del fatto delittuoso.

Gli ulteriori accertamenti hanno permesso di stabilire che il veicolo era stato acquistato dall’indagato qualche giorno prima del fatto, e unitamente a lui all’interno dello stesso erano presenti altre tre persone tra cui anche ragazze. Procedono infatti a cura degli investigatori le attività finalizzate all’individuazione dei complici dell’arrestato. Lo stesso espletate le formalità di rito è stato tradotto nella casa circondariale di Brindisi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria..

POTRESTI ESSERTI PERSO: