WhatsApp Image 2017 04 01 at 09.22.52
WhatsApp Image 2017 04 01 at 09.22.52
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Ha subito chiesto aiuto alla madre un 31enne che la notte fra venerdì e sabato è rimasto coinvolto in un incidente sulla strada provinciale Ostuni-Rosa Marina.

E’ stata la madre ad attivare i soccorritori, mentre il figlio si trovava ancora nell’abitacolo della propria auto. La disperata richiesta di aiuto è arrivata intorno alle ore 5 della notte fra venerdì (31 marzo) e sabato (1 aprile) alla sala operativa dei vigili del fuoco di Brindisi. Un 31enne di Oria alla guida di una Chevrolet era appena rimasto coinvolto in uno spaventoso incidente sulla strada provinciale che collega Rosa Marina a Ostuni.

Il malcapitato, proveniente da Bari, ha perso il controllo dell’auto. Il veicolo si è ribaltato e ha terminato la sua corsa contro un muretto che delimita un uliveto, adagiandosi di traverso sulla corsia. Era concreto il pericolo che una delle auto in transito potesse travolgere il mezzo incidentato.

La prima cosa che ha fatto il 31enne, rimasto vigile e cosciente, è stata quella di prendere il telefono cellulare, rimasto a portata di mano, e di digitare il numero della mamma. Questa, svegliata nel cuore della notte, si è subito messa in contatto con i vigili del fuoco, in preda all’angoscia. Sul posto, nel giro di pochi minuti, si sono recati i pompieri in servizio presso il distaccamento della Città Bianca e un’ambulanza con personale del 118.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Il ragazzo, ripresosi dallo choc iniziale, è uscito dalla vettura sulle sue gambe. Poi i paramedici lo hanno condotto in ospedale, dove gli sono state diagnostica delle ferite di lieve entità, guaribili in una decina di giorni. I rilievi del caso sono stati dai carabinieri della locale stazione. Il traffico è stato rallentato fino a quando l’auto non è stata rimossa da un carro attrezzi e l’asfalto non è stato bonificato dai detriti.

 

POTRESTI ESSERTI PERSO...