Pronto Soccorso Ospedale Ostuni3
Pronto Soccorso Ospedale Ostuni3
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Blocco dei ricoveri a partire da domani nei reparti di Pediatria a Cardiologia dell’ospedale di Ostuni.

Nella struttura di Via Villafranca, a partire da domani ci saranno 16 posti per chirurgia, 20 per lungodegenza, 32 per medicina generale e 18 per ortopedia e traumatologia. Entro pochi giorni, poi, si completerà il trasferimento del reparto di Pneumologia, da Fasano a Ostuni, che – secondo quanto disposto nella delibera dell’Asl di Brindisi – dal 1°marzo potrà iniziare ad accettare ricoveri: 20 i posti letto assegnati per questo reparto nella Città bianca.

Su quanto determinato dai vertici sanitari è molto critica la posizione della Cisl di Brindisi con il responsabile provinciale Sanità Funzione Pubblica, Giuseppe Lacorte, che nelle prossime ore intende sottoporre una serie di quesiti su queste scelte al direttore generale dell’Asl di Brindisi Giuseppe Pasqualone. «Da domani assisteremo ad una via crucis di ambulanze con bambini a bordo dirottati a Brindisi e Francavilla. Questo accadrà– spiega Lacorte – ed abbiamo davvero paura che per qualche piccolo si possa ritardare nei soccorsi».

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Il rappresentante sindacale fa emergere i dati degli ultimi tempi del reparto nella Città bianca. «La pediatria lo scorso anno ha fatto oltre 700 ricoveri e più di 300 day hospital. Questo vuol dire che la richiesta territoriale di questi servizi è alta, e da domani non osiamo immaginare – continua Lacorte – cosa potrà accadere. A ciò si aggiunge che il servizio ambulatoriale funzionerà solo per sei ore al giorno e per cinque giorni alla settimana. Quindi completamente scoperto dal pomeriggio alla notte ed in due giorni. Siamo davvero amareggiati e preoccupati». Ad Ostuni – secondo quanto riferito dai rappresentanti della Cisl- non ci sarà neanche il servizio Scap (Servizio di consulenza pediatrica ambulatoriale) che prevede la presenza di pediatri di libera scelta, il sabato e la domenica dalle 8.00 alle 20.00, importanti soprattutto per gestire i codici bianchi e verdi dei minori. «Poteva essere una pur minima soluzione – specifica Lacorte – per tamponare una possibile grave situazione che si verrà a creare».

POTRESTI ESSERTI PERSO...