Materiale sequestrato
Materiale sequestrato
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Gli agenti del commissariato di polizia di Ostuni, nell’ambito di alcuni servizi di controllo del territorio tesi a contrastare il traffico di droga e a combattere i reati in genere, hanno arrestato una 48enne di Ceglie Messapica perché trovata in auto con 10 grammi di eroina pura suddivisa in dosi. Si tratta di Maria Bruni.

Anche in questo caso, come già accaduto di recente, i controlli dei poliziotti della Città Bianca si sono spostati su Ceglie Messapica per via di comportamenti sospetti adottati sia da alcuni soggetti noti per essere coinvolti in attività di spaccio che da stessi consumatori di droga. È stato notato che molti ostunesi si dirigono a Ceglie o sulla provinciale che collega Ceglie a Ostuni, per acquistare stupefacenti.

I controlli sono stati intensificati durante il weekend e hanno interessato diversi centri di aggregazione: parchi, sale giochi, bar e villette comunali. Sono state eseguite diverse perquisizioni e identificazioni, la 48enne finita nei guai è stata sorpresa nei pressi della sua abitazione già da qualche tempo tenuta sotto osservazione per alcuni “movimenti sospetti” legati allo spaccio.

La donna è stata notata mentre era ferma in auto vicino casa sua e altre auto le si avvicinavano e ripartivano poco dopo, dopo una sosta di pochi secondi. La scena faceva intuire che si stava consumando qualche scambio di droga. Una di queste alla vista dei poliziotti si è dileguata. Al momento della perquisizione la Bruni è stata trovata con eroina suddivisa in dosi. Su disposizione del pubblico ministero di turno, Iolanda Daniela Chimienti, è stata arrestata e posta ai domiciliari.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

“I servizi di controllo del territorio finalizzati a frenare il fenomeno dello spaccio di droga sempre più reato impiegato dalle organizzazioni criminali per il loro finanziamento, proseguiranno ininterrottamente nei prossimi giorni da parte della Polizia di Stato. Tanto, al fine anche di contrastare i negativi e deleteri effetti dell’immissione sul mercato dell’eroina e della cocaina, i cui processi di “taglio” e finale confezionamento delle singole dosi per lo spaccio, possono contenere preoccupanti insidie per l’incolumità personale a svantaggio della sicurezza generale”, scrivono dal commissariato.

E’ la seconda donna nel giro di poche ore che finisce nei guai perchè trovata con sostanza stupefacente: risale a ieri, lunedì 23 gennaio, la notizia di una donna di Brindisi arrestata dalla Mobile perchè trovata con oltre un chilo tra marijuana e hascisc. I controlli antidroga in tutto il Brindisino sono stati disposti dal questore Maurizio Masciopinto.

POTRESTI ESSERTI PERSO...