STP
STP
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

I genitori scrivono alla STP per manifestare il loro disservizio. Dalla società trasporti pubblici: ‘faremo un’indagine interna più approfondita’.

«I nostri figli hanno aspettato inutilmente la corsa per l’istituto agrario. Abbiamo, noi genitori, accompagnato i ragazzi a scuola sostituendoci all’azienda Stp». Rabbia e sconforto da parte di alcune famiglie di studenti che frequentano l’edificio scolastico in c.da Lorenzo, fuori dal centro urbano di Ostuni. Secondo diversi genitori, ieri- ma riferiscono che la stessa situazione si sarebbe verificata in altre circostanze – alle 7:50, in Viale Aldo Moro, non ci sarebbe stato il transito della corsa d’andata verso l’istituto. Studenti che sarebbero rimasti senza possibilità di raggiungere la scuola, impossibile per ragioni di sicurezza raggiungere a piedi. Così in tanti, dopo aver aspettato alcuni minuti l’autobus, ben oltre l’orario previsto del passaggio, hanno richiesto il soccorso dei propri genitori. Almeno 20 i minori che sono giunti a destinazione, solo grazie all’intervento di alcuni papà che da Viale Aldo Moro hanno fatto la spola verso l’istituto fuori città. C’è chi tra i genitori ha compiuto il tragitto due volte, senza lasciare a terra nessuno dei minori.

«Ci risulta una circostanza strana – dichiara al Nuovo Quotidiano di Puglia l’ingegnere Teodoro Muscogiuri dirigente tecnico Stp – comunque faremo un ‘indagine interna più approfondita a partire da domani». Secondo i genitori, però, non sarebbe appunto la prima volta che si verificherebbe questo disservizio. «I nostri figli sono tutti titolari di abbonamento, eppure spesso, non transitando il mezzo da Viale Aldo Moro, siamo costretti – raccontano alcuni papà – a lasciare gli impegni lavorativi per accompagnare i nostri figli a scuola, dove tra l’altro giungono anche in ritardo, creando disagi anche sull’andamento didattico. Abbiamo già segnalato l’accaduto, anche, agli addetti al controllo per cercare ovviare a questi disagi». Famiglie che il 9 dicembre scorso avevano inviato una lettera all’azienda specificando nel dettaglio le mancanze del servizio. Una lettera indirizzata all’azienda per cercare di trovare una soluzione definitiva a questo problema, che si sarebbe verificato sempre alla stessa fermata di Viale Aldo Moro. Qui per l’istituto tecnico Pantanelli-Monnet, indirizzo agrario, passerebbero autobus provenienti da Carovigno, ed altre corse specifiche urbane per l’istituto di contrada S. Lorenzo.

In merito all’istanza presentata dai genitori l’azienda, che si occupa del trasporto pubblico, ricostruisce quanto sarebbe stato fatto successivamente alle richieste delle famiglie ostunesi. «Noi avevano fatto delle modifiche all’inizio dell’anno scolastico, che però non sarebbero andate bene. Dopo la lettera del 9 dicembre- specifica Muscogiuri- così, abbiamo ripristinato l’orario, tornando alla situazione originaria con questa fermata, accogliendo la richiesta dei genitori. Per quanto riguarda ieri ripeto- specifica Muscogiuri- ci confronteremo anche con gli autisti, attraverso un’indagine più approfondita». Intanto oltre quanto denunciato dai genitori dell’agrario, nei giorni scorsi altri studenti della Città bianca avevano lamentato autobus pieni e viaggi con numerosi disagi durante le corse verso Cisternino, per chi frequenta il Liceo Polivalente “Don Punzi”. Minori che sarebbero costretti a viaggiare in piedi, in autobus extraurbani, affollati.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Fonte: Nuovo Quotidiano di Puglia

 

POTRESTI ESSERTI PERSO...