Poliziotti
Polizia
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Riceviamo e Pubblichiamo

Prosegue l’attività di controllo del territorio da parte del personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ostuni, diretto dal Commissario Capo Gianni ALBANO.

In costante sinergia con le direttive rese dal Questore di Brindisi, Dottor Roberto GENTILE, finalizzate alla prevenzione e repressione dei reati in generale ed, in special modo, di quelli che offendono il patrimonio e la persona nonché in materia di droga, nella giornata di ieri, i poliziotti del Commissariato della Città Bianca davano esecuzione ad un’ordinanza di revoca del beneficio dell’ Affidamento in prova ai Servizi sociali emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Lecce e resa esecutiva dalla Corte d’Appello leccese, traducendo presso la Casa Circondariale di Brindisi, SGURA Daniele, classe 1986, pluripregiudicato per reati in materia di droga, estorsioni, associazione per delinquere, armi, rapina, ricettazione, lesioni personali e ripetute violazioni delle prescrizioni imposte dal giudice durante l’espiazione della pena in regime alternativo a quello carcerario.

Le operazioni di rito sono state condotte dai Sovrintendenti ACAMPORA Dario e ZIZZI Vitantonio nonché dalla Squadra di Polizia giudiziaria del Commissariato.

Nei dettagli, le basi del provvedimento restrittivo: l’odierno arrestato veniva condannato ad una pena di quasi 6 anni di carcere per i reati prima menzionati.

Scontato un periodo di reclusione presso il carcere di Brindisi, veniva ammesso alla misura alternativa dell’ Affidamento in prova ai Servizi sociali ai sensi dell’articolo 94 del Testo Unico sugli Stupefacenti.

La “prova” prevedeva che l’individuo dovesse tenere una condotta totalmente irreprensibile, astenendosi dal violare gli obblighi imposti, secondo un percorso tendente al recupero psico-fisico del soggetto nonché alla sua disintossicazione.

L’attività di controllo veniva affidata al personale del Commissariato ostunese che, in più occasioni ed attraverso un monitoraggio fatto con metodi investigativi tradizionali e non, riscontrava numerose e continue violazioni alle prescrizioni irrogate.

In particolare, durante un controllo di polizia, lo SGURA assumeva nei confronti degli Agenti un atteggiamento irriguardoso, arrogante e provocatorio, mancanza questa, debitamente segnalata all’ A.G.; inoltre, nel corso di una verifica presso la sua abitazione, veniva trovato in compagnia di un soggetto pregiudicato e tossicodipendente e, anche per questa violazione, veniva formalmente diffidato dal giudice ad astenersi da ulteriori violazioni, assumendo un comportamento ineccepibile.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Ma, non contento di quanto già compiuto, veniva altresì, colto dai poliziotti del Commissariato nell’ atto di svolgere la mansione di buttafuori presso un locale notturno del posto, pur non essendo in nessun modo minimamente autorizzato, proseguendo nella sua condotta irriguardosa anche quando, autorizzato a lavorare presso un noto ristorante del posto, sottoposto a controllo da parte della Polizia, non veniva trovato sul posto bensì in un luogo totalmente diverso.

Pur essendo in Affidamento in prova per svolgere un percorso di reinserimento sociale che gli permettesse di superare i problemi connessi allo spaccio ed al consumo di cocaina, alla quale in più occasioni è risultato pesantemente positivo, esattamente per ben 3 volte, continuava anche ad accompagnarsi con pregiudicati e non, gravitanti attorno alla criminalità di matrice associativa.

Individui quest’ultimi costantemente presenti all’interno del locale notturno gestito dall’ odierno arrestato, divenendo lo stesso punto di ritrovo dello spaccio della cocaina sulla piazza ostunese e dell’ hinterland brindisino.

Un’indagine, quella condotta dagli investigatori della Polizia di Stato di Ostuni che, svolta a tutto tondo, permetteva di fornire alla competente Autorità giudiziaria, un quadro probatorio che, dopo una momentanea riammissione dello SGURA all’ Affidamento in prova ai Servizi sociali dopo il suo arresto del 19 aprile 2016, veniva ampiamente condiviso ed avvalorato dai giudici che, constatato il fallimento del percorso di corretto reinserimento nel contesto sociale del pregiudicato, disponevano che il medesimo venisse nuovamente tratto in arresto ed accompagnato definitivamente presso la Casa Circondariale di Brindisi per ivi rimanervi sino al mese di settembre del 2019.

Nel corso delle operazioni di perquisizione all’ interno dell’ abitazione dell’ individuo nonché presso la sua autovettura, si rinvenivano, debitamente occultati, un foglietto, tipo “pizzino” su cui erano annotati alcuni nomi ed, in corrispondenza degli stessi, degli importi economici, la somma in contanti di circa 4 mila euro, in banconote da 100, 50, 20, 10 e 5 euro, nonché il documento di patente nautica e di idoneità alla conduzione di ciclomotori intestati ad un noto pregiudicato del posto in materia di droga.

Sono tuttora in corso le attività d’indagine in merito a quanto rinvenuto ed acquisito, non escludendosi nei prossimi giorni, sviluppi nell’ ambito della descritta attività investigativa.

Nel frattempo, i servizi di controllo del territorio di pertinenza da parte del personale del Commissariato di P.S. di Ostuni, proseguiranno nei prossimi giorni nell’ ottica della sicurezza generale e della scrupolosa verifica da parte dei soggetti sottopostivi, delle prescrizioni loro imposte dalla competente Autorità giudiziaria.

Comunicato Stampa Polizia di Stato Ostuni

POTRESTI ESSERTI PERSO...