DSC 0372
DSC 0372
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Segnalati, inoltre, 3 soggetti per uso non terapeutico di droga; sequestrata cocaina e marijuana.

Continua l’attività di controllo del territorio da parte del personale del Commissariato di P.S. di Ostuni, diretto dal Commissario Capo Gianni ALBANO.
Nell’ambito delle direttive rese dal Questore di Brindisi, Dottor Roberto GENTILE, rivolte alla prevenzione e repressione dei reati in generale ed, in particolar modo, di quelli concernenti il consumo e lo spaccio di droga, nei giorni scorsi, i poliziotti del Commissariato della Città Bianca, eseguivano una serie di controlli e verifiche in diversi punti della giurisdizione di pertinenza, ivi compresi i tratti marini, al fine di monitorare il fenomeno citato.
Si procedeva, dunque, all’identificazione di 85 persone, all’ispezione di 34 veicoli nel corso di 4 posti di controllo svolti mediante l’impiego di mezzi con colori d’istituto e cc.dd. civetta del Commissariato ostunese.
Il bilancio è di 1 soggetto denunciato per detenzione ai fini di spaccio di droga, di 3 individui segnalati al Prefetto di Brindisi per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti e psicotrope e di 10 grammi di marijuana e 2 di cocaina sottoposti a sequestro penale.
Nello specifico, alcuni dettagli: un equipaggio della Squadra di Polizia giudiziaria del Commissariato, durante un apposito servizio di osservazione, notava un individuo a bordo di un ciclomotore, giungere presso un bar del posto e, dopo aver scambiato alcune frasi con un avventore, ripartire a velocità sostenuta verso altra destinazione.
Intuendo che si era trattato di tipico accordo finalizzato alla successiva cessione di droga, si allestiva un rapido servizio di monitoraggio, attendendo che il ragazzo alla guida dello scooter, conosciuto quale vicino agli ambienti locali dello spaccio, ritornasse nei pressi del bar.
E così è stato; qui giunto unitamente ad un altro assuntore di droga, si notavano i 2 intrattenersi brevemente per poi, dopo essersi guardati velocemente attorno, allontanarsi verso direzioni opposte.

Si decideva, a questo punto, d’intervenire bloccandoli e sottoponendoli a perquisizione personale.
L’attività ispettiva dava i suoi frutti in quanto, addosso al conducente del ciclomotore veniva rivenuta una bustina monodose, termosaldata, contenente marijuana, appena ceduta all’acquirente, trovato inoltre in possesso di una sigaretta preconfezionata tipo spinello, contenete la medesima sostanza stupefacente.
L’ulteriore e conseguente perquisizione effettuata presso l’abitazione in uso al proprietario dello scooter, dava ancora esito positivo, in quanto all’interno di una delle due tasche di un giubbino riposto all’interno dell’armadio della stanza da letto del perquisito, il personale operante rinveniva un involucro contenente sempre marijuana per un peso di circa 10 grammi, già pronti per lo spaccio.
Alla luce degli elementi probatori acquisiti, sentito il PM di turno presso la Procura della Repubblica di Brindisi, si procedeva alla denuncia a piede libero del pusher e la contestuale segnalazione amministrativa dell’acquirente al Prefetto di Brindisi per i provvedimenti di pertinenza.
Il denunciato, identificato in G.O.M., classe 1992, dovrà ora difendersi dall’accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio.
Parallelamente all’attività descritta, 2 altri equipaggi del Commissariato procedevano presso le località Cala di Rosa Marina e Lido Bosco Verde, al controllo di alcune autovetture e di alcuni clienti di locali notturni insistenti lungo il litorale marittimo, attenzionando, in special modo, le attigue aree di parcheggio, particolarmente gremite di mezzi.
L’attività di mimetizzazione dei poliziotti permetteva di cogliere sul fatto 2 individui intenti nel sistemare, l’uno alcune “piste” di cocaina appena acquistata e l’altro della marijuana.
La droga, del peso complessivo di 2 grammi, veniva sottoposta al rituale sequestro amministrativo e i 2, compiutamente identificati, sono stati segnalati all’Autorità prefettizia di Brindisi ai sensi dell’articolo 75 del D.P.R. 309/1990.
Uno dei 2 è risultato essere minore degli anni 18 e, dopo le procedure di rito, è stato affidato ai genitori.
I servizi da parte della Polizia di Stato di Ostuni proseguiranno ininterrottamente nei prossimi giorni al fine di contrastare il fenomeno dello spaccio e delle sue negative conseguenze, nell’ottica della sicurezza generale e della tutela dell’incolumità personale soprattutto dei minori, spesso sempre più, abituali assuntori di droghe.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Ostuni, 23.07.2016
Il Dirigente
Commissario Capo Gianni Dr. ALBANO

POTRESTI ESSERTI PERSO...