Centro commerciale made in cina, ricorso al Tar

L’amministrazione comunale di Ostuni ha deciso di costituirsi in giudizio dopo il ricorso presentato al TAR, dai legali della società che gestisce il centro commerciale cinese in Largo Buongiorno. Gli imprenditori hanno chiesto, dopo aver ricevuto la prima autorizzazione, ulteriori 450 metri di superficie per la vendita.  Tra i motivi che non hanno permesso l’accoglimento della domanda, l’assenza all’interno nel piano del commercio comunale, di ulteriori spazi da destinare alla vendita nelle” medie strutture”. Intoppi, quindi di natura esclusivamente tecnica e burocratica. L’ultima  richiesta autorizzata e’stata quella dei 950 metri concessa agli stessi imprenditori stranieri nell’autunno scorso.

L’amministrazione comunale della Città bianca intanto ha  già, dato incarico al Centro Assistenza Tecnica della Confcommercio Puglia di realizzare il Documento Strategico del Commercio, che sarà valido in tutto il territorio ostunese.

POTRESTI ESSERTI PERSO: