Proteste e nuovi disagi. Ripiomba nel caos la mensa del “Pessina”.

La riapertura del refettorio non è bastata a chiudere i fronti di emergenza. Non si potrà pranzare nelle classi: la prescrizione imposta dagli uffici del Sian (servizio igiene degli alimenti e della nutrizione) dell’Asl di Brindisi, fa ripartire il servizio, ma non placa le polemiche. Piccoli alunni, delle classi materne, da tre a cinque anni, ieri sono usciti nel cortile esterno, sotto la pioggia incessante, coperti dai loro ombrellini. Questa mattina ci sarà una protesta all’ingresso dell’istituto. Intanto, i genitori di due classi della materna hanno già deciso che oggi i loro figli non mangeranno a scuola: alle 12 andranno a ritirare gli alunni per evitare che possano ripetersi le scene di ieri. Genitori esasperati.