Pubblicità
Farmacia Matarrese Ostuni
Pubblicità
Pubblicità
Volantino Spazio Conad Mesagne

La Polizia di Ostuni sequestra10 grammi di hashish durante le verifiche nel fine settimana scorso.

Di seguito il comunicato stampa del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ostuni

Nel decorso fine settimana, personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ostuni, diretto dal Commissario Capo Gianni Albano, nell’ambito delle precise e dettagliate direttive rese dal Questore di Brindisi Dott. Roberto Gentile, ha intensificato i controlli in particolar modo nei pressi di bar e locali pubblici della Città Bianca, normali punti di ritrovo di giovani e altri soggetti.

I particolari degli interventi: nella serata di sabato u.s., equipaggi della squadra Volante e dell’Anticrimine del Commissariato, eseguivano un controllo nei pressi di un noto bar del posto.

L’attenzione dei poliziotti veniva attirata dall’arrivo di un autovettura nella quale, non appena arrestatasi, saliva un soggetto. L’osservazione da postazione vicina e privilegiata svolta dagli operatori, permetteva di assistere ad una cessione di sostanza stupefacente da parte del conducente dell’autovettura al soggetto salito all’interno dell’abitacolo.

Pertanto, avvenuto lo scambio droga-danaro, immediatamente si procedeva al fermo e controllo di Polizia. Ed infatti, quanto osservato dagli uomini in divisa corrispondeva a verità dal momento che indosso al soggetto salito a bordo dell’utilitaria, veniva rinvenuto un involucro contenente grammi 3.7 di hashish.

La successiva perquisizione personale e del mezzo in uso al soggetto che aveva ceduto la droga non sortiva esito positivo; invece, la perquisizione effettuata presso il suo domicilio dava esito positivo dal momento che, in un cassetto dell’armadio all’interno della camera da letto, veniva rinvenuta altra droga, sempre del tipo hashish, del peso di grammi 5.11 mentre all’interno del garage, occultato nel cassetto di un mobile, veniva scovata ulteriore sostanza stupefacente del tipo hashish, questa volta del peso di 0.44 grammi.

Ultimate le attività ispettive sul posto, i due venivano condotti in ufficio per l’ulteriore attività.

Qui si procedeva a denunciare alla Procura della Repubblica di Brindisi per detenzione di droga ai fini di spaccio il conducente dell’automobile, identificato per A.P., classe 1973 di Ostuni, la cui patente di guida veniva altresì ritirata per il successivo inoltro al Prefetto di Brindisi per le valutazioni di pertinenza.

Nei confronti del soggetto cui era stato ceduto lo stupefacente invece si procedeva con la sanzione amministrativa prevista dall’articolo 75 del Testo Unico sulla droga con l’annessa segnalazione dello stesso, identificato per B.C., classe 1987, tunisino residente in Ostuni, al Prefetto di Brindisi per i conseguenti provvedimenti di pertinenza.

E’ di domenica invece un ulteriore intervento dei poliziotti ostunesi anche questo volto alla prevenzione di reati in generale ed in particolare di quelli inerenti la droga.

Nel pomeriggio di ieri, giungeva presso la locale sala operativa una segnalazione relativa alla presenza di un soggetto lungo la linea ferroviaria Brindisi-Bari con fare sospetto. Immediatamente giunta sul posto la volante del Commissariato, veniva scorto l’uomo della segnalazione che, alla vista degli operatori, cercava di disfarsi di un involucro. Un gesto che però non sfuggiva ai poliziotti che, prontamente lo recuperavano e rinvenivano al suo interno sostanza stupefacente del tipo hashish del peso di grammi 1.4. La successiva perquisizione domiciliare non sortiva ulteriori effetti. Condotto in Commissariato, a carico del soggetto identificato per Z.U.Z., classe 1986 nato in Afghanistan e residente in Ostuni presso il Centro di accoglienza Straordinario denominato Lo Spagnulo veniva elevata la sanzione amministrativa prevista dall’articolo 75 del Testo Unico sulla droga con la conseguente segnalazione al Prefetto di Brindisi per le successive determinazioni di pertinenza.

Nel corso delle operazioni descritte, si procedeva altresì al controllo di un ulteriore locale pubblico di Ostuni, ove venivano identificati i soggetti che prestavano attività lavorativa nonché le relative licenze. Qui si accertava che un soggetto, dipendente del locale, seppur inquadrato come cameriere, è stato colto nell’atto di svolgere attività di controllo esterna degli avventori, una sorta di “buttafuori”.

E’ pertanto al vaglio dell’ufficio l’ulteriore e conseguente attività di contestazione di quanto accertato in discordanza con le attuali e pregnanti leggi di riferimento.

L’attività di Polizia proseguirà nei prossimi giorni al fine di prevenire e reprime situazioni di illegalità e anche per risalire alle fonti di rifornimento ed approvvigionamento della droga rinvenuta e posta sotto sequestro. Tanto nell’ottica di una sicurezza territoriale che possa essere percepita come tale dalla stessa cittadinanza.

 

Pubblicità pescheria nautilus ostuni