IMG 8335
IMG 8335
Pubblicità
Farmacia Matarrese Ostuni
Pubblicità

Il sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola commenta con rammarico quanto avvenuto nelle ultime ore all’interno del corpo della forestale della Città Bianca.

«Sono amareggiato per la vicenda umana. Conosco parte delle persone coinvolte: mi auguro che possano chiarire le loro posizioni, anche in maniera veloce». Il sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola commenta con rammarico quanto avvenuto nelle ultime ore all’interno del corpo della forestale della Città Bianca. «Contemporaneamente sono preoccupato per quale potrà essere il futuro della stazione nella nostra città. La ritenevo e la ritengono, come un valido supporto- sottolinea il primo cittadino- per una serie di attività , come la lotta al triste fenomeno dell’abbandono dei rifiuti» . Coppola annuncia che chiederà un confronto con i vertici provinciali del corpo: «Auspico in tempi brevi un incontro con il comandante provinciale Ruggiero Capone per capire come intenda affrontare questa delicata fase. Immaginavamo come amministrazione di incrementare controlli sul territorio sui rifiuti: ora – dichiara il sindaco di Ostuni- sono preoccupato. Ripeto spero che quanto prima le persone coinvolte possano dichiarare la loro estraneità ai fatti, e togliere ogni ombra sul loro operato». Diverse sono state le operazioni a tutela del territorio che ha visto la sinergia tra l’amministrazione comunale di Ostuni e la stazione ostunese della Forestale: ciò si è verificato sia con il sovraintendente Luigi Santoro, ma anche con il vice ispettore Giovanni Rosselli, coinvolto nell’operazione delle ultime ore compiuta dai carabinieri di Brindisi, su impulso della Procura del capoluogo.  «Abbiamo sempre collaborato in maniera proficua con i militari della nostra stazione, e sono sicuro che continueremo a farlo. Spero – conclude Coppola – che nell’incontro con il comandante provinciale Capone mi vengano date queste rassicurazioni». La presenza nella Città bianca degli uomini della Forestale era stata intensificata negli ultimi mesi per coordinare il controllo dell’abbandono dei rifiuti, soprattutto con l’installazione di video-trappole, posizionate in punti strategici: ad esempio nei pressi dell’isola ecologica in contrada S. Caterina. Come importante nel territorio ostunese è il controllo dell’ambiente naturalistico del parco regionale Dune costiere: da sempre, infatti, vige una convenzione tra l’ente ed il Corpo Forestale dello Stato, al fine di garantire la tutela degli habitat naturali e delle attività agricole e produttive operanti all’interno dell’area naturale protetta.

Pubblicità
Volantino Spazio Conad Mesagne
Pubblicità pescheria nautilus ostuni